Via le prove Invalsi, ridurre il carico burocratico degli insegnanti, doppio canale di reclutamento, aumento di stipendi per tutto il personale. Il programma di Italexit

WhatsApp
Telegram

Alle elezioni politiche del 25 settembre ci sarà spazio anche per Italexit, la creatura politica fondata da Gianluigi Paragone. L’obiettivo del movimento è quello di superare la soglia di sbarramento del 3%. Ecco il programma elettorale di Italexit.

Istruzione

Politiche espansive per la scuola, anch’essa per troppo tempo penalizzata, con un programma di assunzioni e di miglioramento dei salari.

Va tutelata la figura dell’insegnante, vanno migliorati i programmi sia in direzione di un recupero della nostra cultura umanistica e civica.

Abolire immediatamente il demenziale obbligo di mascherine in classe, che oltretutto è dannoso per la salute dei nostri ragazzi, e qualsiasi altra limitazione alla loro libertà.

Attuazione di immediate politiche di incentivi per implementare la conoscenza delle tecnologie e dell’informatica, delle lingue e di tutti gli strumenti indispensabili ai nostri ragazzi per entrare nel mondo del lavoro con le giuste competenze

Occorre riconoscere e salvaguardare la professionalità con il giusto adeguamento degli stipendi su Base Istat e un tempestivo congruo rinnovo contrattuale fermo da più di dieci anni, prima di eliminare il contentino dato sotto forma di “Carta del docenti”.

Ridurre l’inutile e ridondante burocrazia (Ptof, Pdp, Clil, Rav) che hanno standardizzato e spersonalizzato la funzione docente, costringendo alla verbalizzazione di ogni minimo colloquio o con asettici indicatori numerici.

Eliminare le prove Invalsi e, in generale, i sistemi valutativi basati su quesiti a risposta multipla

Garantire la stabilizzazione del personale tecnico di segreteria e personale ATA, con adeguamento stipendio, perché permettono alla scuola e all’utenza una continuità relazionale importante soprattutto nella scuola dell’obbligo

Ripristinare il doppio canale di reclutamento: per il 50% da GPS 1 fascia e il restante 50% dalle GAE (non esaurite) e dalle GM dei concorsi e a seguire prevedere l’assunzione del personale tramite concorsi ordinari a scadenza biennale con il riconoscimento per la partecipazione anche degli anni di servizio svolti nelle scuole paritarie; a tal proposito risulta necessario eliminare la figura del docente esperto e del nuovo sistema di reclutamento DL 36 2022.

L’aggiornamento professionale è giusto e doveroso, ma non può essere né a carico dei docenti, né lasciato agli organismi esterni nella parte contenutistica.

PROGRAMMA [PDF]

Lavoro

Riduzione del cuneo fiscale e aumento dei salari.

Revisione del reddito di cittadinanza: chi riceve il reddito di cittadinanza dovrà sempre rendersi disponibile a lavorare appena viene chiamato, anche con 24 ore di preavviso. Se rifiuterà 3 volte, perderà per sempre il reddito, come avviene in altri Paesi europei.

Pensioni

Abolizione legge Fornero.

Pensione minima a 900 euro.

Economia

Eliminare dalla Costituzione il pareggio in bilancio.

Immediata uscita dell’Italia dall’Euro.

Statalizzare e riportare sotto il controllo del ministero del Tesoro la Banca d’Italia.

Creazione di una Banca Pubblica.

Strade, autostrade, comunicazioni, acqua, energia e tutti gli altri asset strategici per il Paese devono tornare sotto il controllo dello Stato.

Ritorno alla sovranità politica, democratica ed economico-monetaria della Repubblica italiana. Per fare questo occorre uscire dai trattati europei e riprendere la sovranità anche monetaria.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur