“Via l’analisi logica alla primaria, quella grammaticale è più che sufficiente. Ampliamo la geografia”. Il dibattito sui social

WhatsApp
Telegram

Secondo il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, nella scuola italiana, specialmente alla primaria, ci sarebbe un sovraccarico di nozioni.

“In terza elementare si va a narrare e a spiegare tutte le specie di dinosauri. Addirittura c’era un animale vissuto 40 milioni di anni fa e questi bambini devono studiare e imparare questo animale vissuto in Messico ed estinto da milioni di anni. Tutto questo, ma a che serve?”, ha affermato Valditara, sostenendo la necessità di una semplificazione dei programmi, non per semplicismo, ma per privilegiare la qualità sulla quantità

L’obiettivo, secondo il ministro, sarebbe quello di dare maggiore spazio allo studio delle “esperienze più importanti del nostro passato, che ci hanno dato i grandi valori dell’Occidente”, attualmente trascurate a favore di nozioni meno rilevanti per la formazione dei giovani cittadini.

Il tema ha scatenato in poco tempo un dibattito sui social, legandosi in modo naturale proprio all’iniziativa del Ministro di rivedere le indicazioni nazionali, come riferito nei giorni scorsi.

Il dibattito sui social

Sui social, complessivamente, appare piuttosto diffusa l’opinione che in effetti la scuola sia troppo nozionistica, anche se le argomentazioni si distaccano da quelle portate avanti dal Ministro.

Finalmente qualcuno l’ha detto!“, ha scritto un’utente.

Troppa nozionistica. Bambini riempiti da nozioni e poi non sanno fare due conti o parlare in inglese“, scrive un lettore.

Secondo una lettrice, “si dovrebbe insistere di più sulle competenze di base e non su tante cose che onestamente non hanno senso…Mia figlia alla primaria studió il “quarto stato della materia” il plasma…. con annessa ricerca…. Un figlio ha fatto un lavoro di gruppo sui popoli italici, roba che solo gli storici conoscono…“.

C’è chi va oltre il tema sollevato da Valditara e riflette in modo più specifico sulla questione.

Ad esempio, secondo una docente, bisogna “togliere l’analisi logica alla primaria” e lavorare “sull’analisi grammaticale che è più che sufficiente“. Inoltre, bisognerebbe “ampliare geografia e affrontiamo l’Europa almeno“.

Idea è stata apprezzata da diversi utenti. Uno dei tanti risponde ad esempio: “d’accordissimo. L’analisi logica alla primaria non serve, ci pensa la scuola secondaria di I grado. La geografia è essenziale per le sue connessioni con la storia, l’economia e tutti i fenomeni sociali”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri