Via la tesina dalla maturità: errore grave, in essa “emergeva l’umano”. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Gianni Mereghetti – Un errore gravissimo e ingiustificabile quello di aver eliminato la tesina dagli esami di maturità.

Senza la tesina gli esami risulteranno impoveriti, perchè nella tesina studenti e studentesse mettevano i loro interessi ed trovavano la possibilità di esprimere le loro capacità critiche.

Nella tesina emergeva l’umano, finalmente un ragazzo o una ragazza poteva parlare di sè, toglierla significa inaridire l’esame.

E a nulla vale l’argomento del taglia incolla o delle copiature da internet, chi lo faceva dimostrava di non aver imparato a ragionare e di non aver imparato a confrontare tutto con sè.

Argomento debole prendere ad esempio chi copiava, bisognerebbe invece partire dalla positività che le tesine hanno portato dentro l’esame, dalla vivacità che gli hanno dato mettendo in campo l’umano e la passione alla criticità che lo caratterizza.

Che il ministro ci ripensi! Perchè sta compiendo un delitto contro la conoscenza e la cultura. O almeno lasci la possibilità a chi vuole di proporre una tesina, perchè uno studente o una studentessa con la tesina propone sè.

Versione stampabile
anief
soloformazione