Vertice Conte-sindacati su riapertura di settembre, Anief: al primo posto la sicurezza

Stampa

Anief – Oggi pomeriggio il giovane sindacato è stato convocato a Palazzo Chigi per un incontro con il presidente del Consiglio al tavolo coordinato con la protezione civile, Upi e Anci per la ripresa delle attività scolastiche a settembre.

ANIEF chiede un impegno di 10 miliardi, tanti quanti sottratti alla scuola negli ultimi dieci anni in tema di organici (-150 mila posti Ata e docenti), classi pollaio (in media con più di 20 alunni contro le norme sul distanziamento sociale), precariato (+100 mila contratti termine negli ultimi cinque anni)”.

LA POSIZIONE DELL’ANIEF

Sul fronte della sicurezza a scuola, Anief ricorda che la figura del RLST non è ad oggi presente nelle scuole: è invece necessario introdurla, come è fondamentale che siano gli enti locali o lo Stato a dotare le scuole dei DPI, a fornire il medico competente e il personale anche per la misurazione della temperatura, a sanificare correntemente gli edifici, senza sottovalutare i fattori di rischio anche durante la presente didattica a distanza o il lavoro agile, con chiare indicazioni alle scuole che tengano conto dell’autonomia, sollevando da ogni responsabilità gli stessi capi d’istituto.

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE ANIEF

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “l’obiettivo della macchina organizzativa che si occupa della tutela della salute degli alunni e del personale è quello di riprendere solo in presenza in condizioni che garantiscano la piena sicurezza di tutti coloro che sono presenti, a qualsiasi titolo, nelle nostre 8mila scuole. Sia in occasione, il mese prossimo, della maturità 2020, sia a settembre, quando dovrebbero rientrare tutti gli studenti e docenti. Ecco perché chiediamo di rivedere i rapporti alunni-docenti per classe, con il limite di 15 allievi, mettendo mano agli organici del personale docente e Ata, procedendo subito con un piano straordinario di reclutamento, senza obbligare i collaboratori scolastici alla responsabilità della sanificazione, che è invece di competenza del personale esterno”.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico