Addio al contributo volontario per la copertura assicurativa degli studenti. Sarà lo Stato a provvedere. Sasso: “Così scuole più sicure”

WhatsApp
Telegram

Via libera dalla Camera dei Deputati ad un ordine del giorno, nel decreto Milleproroghe, che riguarda la sicurezza degli studenti. Lo annuncia in una nota il deputato della Lega, Rossano Sasso.

Il Governo si è formalmente impegnato a risolvere un problema di sicurezza a scuola per studenti e lavoratori e la relativa copertura assicurativa. In particolare, verrà garantita la copertura assicurativa per l’infortunio “in itinere” anche per i docenti, allineandosi così alle disposizioni per gli altri lavoratori dipendenti. Inoltre, le famiglie non saranno più costrette a versare un contributo volontario ogni anno scolastico per la copertura assicurativa dei propri figli, poiché sarà compito dello Stato provvedere a questa copertura.

“In seguito alla tragica vicenda di Gaetano, uno studente che ha perso la vita durante un’esperienza di alternanza scuola-lavoro e per il quale la famiglia non ha ricevuto alcun tipo di risarcimento, con questo ordine del giorno, il Governo è vincolato a emanare un provvedimento che, oltre a garantire la sicurezza degli ambienti in cui gli studenti svolgono l’alternanza scuola-lavoro, garantisca anche una adeguata copertura assicurativa per questi studenti“, afferma l’onorevole.

Secondo quanto raccolto dalla redazione di Orizzonte Scuola, l’emanazione del provvedimento, decreto interministeriale (Ministero del Lavoro e Ministero dell’Istruzione e del Merito) sarebbe imminente.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri