Verso deroga minima alunni per classe nel cratere sismico. Lo annunciano Albano (MEF) e Frassinetti (MIM)

WhatsApp
Telegram

“Come Ministero dell’Economia e Finanze, anche in virtù della mia delega al sisma, stiamo lavorando affinché nei prossimi provvedimenti, dal decreto Milleproroghe al decreto Sisma, si possano superare le criticità segnalate, in particolare in merito alla deroga del numero minimo di alunni per classe. È necessario garantire ovunque gli stessi servizi, ad iniziare dalle scuole, evitando che ci siano territori di serie A e di serie B, come ha ricordato recentemente il presidente Meloni”.

Lo dice Lucia Albani, Sottosegretario all’Economia e Finanze al margine dell’incontro che si è svolto oggi a Matelica, in provincia di Macerata, sul tema della rete scolastica per le aree interne e del cratere sismico, a cui ha partecipato insieme al Sottosegretario all’Istruzione e al Merito, on. Paola Frassinetti, che aggiunge “Ringrazio Acquaroli, Presidente della Regione Marche, per questo invito. Siamo venute oggi a Matelica per incontrare i rappresentanti dell’entroterra marchigiano. Due sono i problemi fondamentali da superare: lo spopolamento e la dispersione scolastica. L’obiettivo comune deve essere quello di mantenere vive queste zone montane e per farlo ci vogliono servizi adeguati, tra cui quello della scuola è sicuramente fondamentale. Ci siamo poste all’ascolto del territorio con l’impegno di lavorare sulle principali problematiche, a cominciare dalla deroga relativa al numero minimo degli alunni per classe nei comuni delle aree del cratere“.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA