Verifica delle attività di sostegno–bilancio di fine anno scolastico, GLI, GLO, GOSP: modello di regolamento

WhatsApp
Telegram

Presso ciascuna istituzione scolastica, conformemente all’art. 15 comma 2 della legge 104/1992, all’articolo 9 del dlgs 66/2017 e all’articolo 8 del d.lgs. 96/2019, è costituito il Gruppo di Lavoro per l’inclusione (GLI). Il gruppo è nominato e presieduto dal dirigente scolastico e/o da un suo delegato.

Il GLI dell’Istituto è composto da:

  • dirigente scolastico, che lo presiede, e/o da un suo delegato;
  • docenti delle sezioni/classi in cui sono inseriti alunni con disabilità;
  • docenti di sostegno;
  • personale ATA , collaboratori scolastici per lo svolgimento dei compiti di assistenza previsti dal profilo professionale, nell’ambito delle risorse umane disponibili e assegnate a ciascuna istituzione scolastica;
  • specialisti dell’Azienda Sanitaria Locale e del territorio di riferimento dell’istituzione.

Quadro normativo di riferimento per la definizione del GLI

  • Legge 5 febbraio 1992 n. 104;
  • Nota del 4 agosto 2009 n. 4274;
  • Legge 13 luglio 2015 n. 107;
  • Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 62;
  • Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 66;
  • Legge 30 dicembre 2018 n. 145 art. 1 comma 1138;
  • Decreto Legislativo 7 agosto 2019 n. 96;
  • Atto di indirizzo delle priorità politiche del Ministero dell’istruzione per l’anno 2020;
  • Piani Educativi Individualizzati e inclusione 2020;
  • Nota del 28 settembre 2020 n. 17377.

Funzioni e compiti del GLI

Il GLI – come specifica un eccellente regolamento, quello dell’Istituto Istituto Comprensivo Amedeo Moscati di Pontecagnano Faiano diretto brillantante dal dirigente scolastico dott.ssa Raffaela Luciano – si occupa collegialmente di:

  • supportare il collegio dei docenti nella definizione e realizzazione del Piano per l’inclusione supportare i docenti contitolari e i consigli di intersezione/interclasse/classe nell’attuazione del PEI;
  • promuovere la collaborazione dei genitori e avvalersi della consulenza dei rappresentanti delle associazioni delle persone con disabilità maggiormente rappresentative del territorio nell’inclusione scolastica;
  • gestire e coordinare il processo inclusivo dell’Istituto in relazione agli alunni con accertata condizione di disabilità al fine di ottimizzare le relative procedure organizzativo-didattiche;
  • analizzare, condividere e monitorare la situazione complessiva dell’Istituto (numero degli alunni con disabilità, tipologia della disabilità, sezioni/classi coinvolte…);
  • individuare e proporre i criteri per l’assegnazione degli alunni alle classi;
  • individuare e proporre i criteri per l’assegnazione degli insegnanti di sostegno agli alunni diversamente abili e alle sezioni/classi;
  • formulare proposte al Dirigente scolastico sul calendario delle attività del GLI e dei
    Consigli di intersezione/interclasse/classe che accolgono alunni diversamente abili;
  • monitorare l’attività dei Consigli di intersezione/ interclasse/ classe e degli Insegnanti di sostegno, verificando che siano seguite le procedure corrette e che sia sempre perseguito il massimo livello di inclusione degli alunni;
  • definire i criteri generali per la redazione del Profilo Dinamico Funzionale (PDF), del Piano Educativo Individualizzato (PEI) e del Piano Didattico Personalizzato (PDP);
  • condividere la documentazione didattica relativa ai singoli alunni con i docenti di sostegno e i docenti curriculari;
  • approntare e aggiornare la modulistica sulla base della normativa vigente;
  • formulare proposte sulla gestione dello spazio e dei tempi da destinare agli alunni diversamente abili;
  • promuovere l’acquisto di attrezzature, sussidi e materiale didattico destinato agli alunni diversamente abili, sulla base delle richieste dei docenti curriculari e/o di sostegno;
  • analizzare casi critici e proposte di intervento per risolvere problematiche emerse nelle attività di inclusione;
  • pianificare i rapporti con gli operatori extrascolastici;
  • concordare le modalità di passaggio e di accoglienza degli alunni diversamente abili nei diversi ordini di scuola;
  • formulare proposte di progetti inclusivi per la continuità fra ordini di scuola;
  • formulare proposte di progetti specifici per favorire azioni inclusive;
  • formulare proposte per l’aggiornamento del personale curriculare e di sostegno;
  • favorire i rapporti con i centri territoriali di supporto.

Durata

La composizione del GLI – come si evince da un apposito regolamento, quello dell’Istituto Istituto Comprensivo Amedeo Moscati di Pontecagnano Faiano, che si allega all’articolo come esempio di eccellente scuola – può variare annualmente.

Gruppi di Lavoro Operativi

Conformemente all’art. 15 comma 2 della legge 104/1992, all’articolo 9 del dlgs 66/2017 e all’articolo 8 del dlgs 96/2019, sono costituiti, inoltre, i Gruppi di Lavoro Operativo per l’inclusione dei singoli alunni con accertata condizione di disabilità ai fini dell’inclusione scolastica.

Composizione

Ogni Gruppo di lavoro operativo (GLO) è composto da:

  • team dei docenti contitolari o dal consiglio di classe;
  • genitori dell’alunno/a o da chi esercita la responsabilità genitoriale;
  • figure professionali specifiche, interne ed esterne all’istituzione scolastica che interagiscono con la classe e l’alunno/a con disabilità
  • unità di valutazione multidisciplinare per il supporto necessario.

Funzioni e compiti

Il Gruppo di lavoro operativo (GLO) si occupa di:

  • definire il PEI;
  • verificare il processo di inclusione;
  • proporre la quantificazione delle ore di sostegno;
  • proporre le altre misure di sostegno tenuto conto del P.F.

Convocazioni del mese di giugno

Le riunioni sono convocate, presiedute e coordinate dal Dirigente scolastico o da un suo delegato (funzione strumentale e/o primo o secondo collaboratore) secondo quanto previsto dal Piano annuale delle attività del personale docente e sulla base della disponibilità comunicata dagli specialisti dell’Azienda sanitaria locale. Le riunioni possono essere convocate senza preavviso per sopraggiunte esigenze di particolare urgenza. Le riunioni del mese di giugno, solitamente, sono finalizzate per il Gruppo di Lavoro per l’inclusione a:

  • Verifica delle attività di sostegno–bilancio di fine anno scolastico
  • Redazione del nuovo Piano per l’Inclusione (P.I.)
  • Punti di forza e criticità dell’offerta formativa e inclusiva
  • Proposte di miglioramento per l’a.s. 2022-23.

Gruppo Operativo Supporto Psicopedagogico

Il Gruppo Operativo di Supporto Psicopedagogico è un organo interno all’Istituzione scolastica con compiti di supporto nell’ambito del contrasto della dispersione scolastica. Il G.O.S.P. rappresenta il Gruppo Operativo di Supporto Psicopedagogico di scuola, i cui membri si interfacciano con le attività dell’Osservatorio di area, e in particolare con l’OPT., Operatore psicopedagogico di territorio.
Ciascun Dirigente Scolastico individua, all’interno dell’istituzione scolastica in cui opera, alcuni docenti che ricoprono tale ruolo. La riunione di giugno è tesa a garantire:

  • Rilevazione e monitoraggio degli alunni con Bisogni Educativi Speciali dell’Istituto;
  • Punti di forza e criticità degli interventi didattico-educativi proposti.

REGOLAMENTO-GLO-GLI

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur