Vergognosa proposta del Bonus Maturità da parte della Ministra Giannini .Il 7 marzo studenti in piazza!

di Lalla
ipsef

Uff. Stampa Rete della Conoscenza – Apprendiamo dalla stampa dell’ennesima sconsiderata dichiarazione della neo Ministra Giannini circa la reintroduzione del c.d. "Bonus maturità".

Uff. Stampa Rete della Conoscenza – Apprendiamo dalla stampa dell’ennesima sconsiderata dichiarazione della neo Ministra Giannini circa la reintroduzione del c.d. "Bonus maturità".

"Siamo sconcertati da queste dichiarazioni* – dichiara Alberto Campailla, Portavoce Nazionale di LINK – Coordinamento Universitario – e ci chiediamo dove abbia vissuto negli ultimi mesi la Ministra, e di come abbia fatto a non accorgersi di migliaia di studenti penalizzati per via del bonus maturità."

I test a numero chiuso sono in Italia una vera e propria lotteria nazionale che può destinata ad aggravarsi con strumenti come il bonus maturità, che risulta essere foriero di disparità.

"Il perverso ed iniquo strumento dei test a numero chiuso – prosegue Alberto Campailla di LINK – impedirà il libero accesso alla formazione universitaria ed il diritto allo studio condizionando, per altro con pesanti costi economici, la vita di migliaia di studentesse e studenti del nostro paese." Inoltre con il DM 85/14 si prevede l’anticipo dei test da settembre ad aprile con un taglio già preannunciato del 23 % dei posti disponibili per i
corsi di laurea di Medicina, Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentarie, Veterinaria, Professioni Sanitarie ed Architettura.

"Chiediamo un immediato spostamento dei test da aprile a settembre ed il reintegro dei posti – conclude Alberto Campailla di LINK – sosteniamo la petizione<http://www.change.org/it/petizioni/miur-governo-renzi-chiediamo-il-reintegro-dei-posti-tagliati-a-medicina-architettura-odontoiatria-e-veterinaria-e-lo-spostamento-dei-test-a-settembre> promossa da diversi studenti e studentesse che chiede alla Ministra Giannini di intervenire subito!"*

Il 7 marzo saremo impegnati in tantissime piazze<https://www.facebook.com/events/1489542241273004/?fref=ts>d’Italia attraverso iniziative, presidi e cortei per dire eliminare definitivamente ogni barriera all’accesso, e chiedere l’immediata modifica del DM 85/14.

Versione stampabile
soloformazione