Verdolina presenta: attività creative alla scoperta delle emozioni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Chi di noi ama riflettere sulla nostra scuola e sulla necessità che sia inclusiva, individualizzata, personalizzata sa che, ormai, affrontare questi temi senza fare i conti con il tema dell’educazione emotiva espone al rischio di tenere fuori una parte fondamentale della discussione pedagogica.

Che le emozioni siano un elemento centrale della nostra intelligenza e del nostro sviluppo come individui è un fatto sul quale possiamo fare sicuro affidamento, e non solo perché le esperienze che viviamo tutti i giorni ce ne danno ampia dimostrazione, ma anche perché sono ormai numerosi e riconosciuti i risultati degli studi scientifici sul tema.

E mentre le opinioni intorno alla necessità di portare l’educazione emotiva in classe si definiscono in posizioni non sempre concordanti, chi di noi è convinto che alla scuola spetti un ruolo importante nella crescita emotiva dei nostri giovani è di frequente alla ricerca di metodi e strumenti validi per svolgere un compito non certo facile.

È qui che possono tornare decisamente utili le iniziative di quegli editori impegnati nel settore educational, pronti a raccogliere gli input provenienti dal mondo della scuola per trasformarli in progetti editoriali con un agile risvolto pratico, da portare in classe senza grossi oneri né di tempo né di denaro.

Ne è un esempio la collana Occhicielo – Educare con le fiabe nel gennaio 2017 da Edises editore con il racconto Verdolina scopre il mondo. Un fantastico viaggio nelle emozioni.

Le vicende di questa buffa tovaglia verde mela alle prese con le prime esperienze della propria autonomia si rivelano un efficace spunto di riflessione e di dialogo sulle emozioni con cui i piccoli si confrontano quando il loro mondo comincia ad aprirsi significativamente al di fuori delle mura di casa e dell’abbraccio famigliare.

Ma allora, “perché non dare a Verdolina l’opportunità di guidare alla scoperta delle emozioni anche attraverso delle attività creative e divertenti?”

È quanto si sono domandate Francesca de Robertis, autrice di Verdolina, e Alessia de Falco blogger di Portalebambini.it, entrambe convinte sostenitrici dell’educazione emotiva da portare in famiglia e in classe attraverso l’esempio e la creatività.

Così, il 1° giugno, sulla rubrica A scuola di emozioni di Edisesblog ha fatto il suo ingresso il primo laboratorio creativo che prende spunto dalle vicende della giovane tovaglia verde: La centrifuga delle emozioni.

Scaricabile gratuitamente dall’articolo Quando la scoperta delle emozioni è prima del viaggio il primo dei nove laboratori che potremo conoscere nei prossimi mesi vuole proporsi come un’attività divertente e di condivisione emotiva tra piccoli e grandi, incentrata su quella sensazione di confusione che spesso proviamo di fronte a delle esperienze sconosciute: emozioni diverse che si mescolano possono farci sentire “centrifugati” o, addirittura, bloccati, ma se siamo in grado di riconoscerle possiamo riportare l’ordine dentro di noi e aprirci al nuovo con il giusto equilibrio tra curiosità e diffidenza, tra paura e coraggio.

Se volete creare con i vostri piccoli un’opera d’arte originale e, allo stesso tempo, dialogare con loro sulle emozioni che vi accomunano, scaricate La centrifuga delle emozioni.

Buon divertimento e buon dialogo!

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare