La vera riforma scuola: nuovi programmi ministeriali, aumento insegnanti di sostegno, adeguamento stipendi all’Europa, laboratori efficienti e materiale didattico e tecnologico alle scuole

Stampa

Buongiorno, sono una docente assunta a tempo indeterminato il 1°settembre 2014 in Veneto, sono di origine lucana, faccio parte dei cosiddetti “docenti immobilizzati” un gruppo di migliaia di insegnanti emigrati nel corso degli anni dal sud al nord per l’inseguire il sogno di essere insegnante a tempo indeterminato.

Buongiorno, sono una docente assunta a tempo indeterminato il 1°settembre 2014 in Veneto, sono di origine lucana, faccio parte dei cosiddetti “docenti immobilizzati” un gruppo di migliaia di insegnanti emigrati nel corso degli anni dal sud al nord per l’inseguire il sogno di essere insegnante a tempo indeterminato.

Dopo una lunga agonia ed una assurda guerra tra poveri (Fase C contro Fase B, immessi ante 2014 contro fase B ec…) ieri è arrivata la notizia della firma del decreto che ci consentirà di fare domanda per il trasferimento nella regione di origine. Ora il costituirsi degli ambiti a cui tutti i docenti saranno sottoposti è passato in secondo piano, noi immobilizzati siamo accecati dalla domanda di trasferimento con il magone di optare per le scelte giuste, altri docenti sono troppo distratti per rendersi conto del fatto che la costituzione degli ambiti è come una spada di Damocle che prima o poi coinvolgerà tutti.

Questa “batracomiomachia” voluta ed istruita dal nostro governo ad hoc per far sì che la notizia appresa ieri ci faccia tirare un sospiro di sollievo ha reso tutti noi stanchi, stressati psicologicamente e deconcentrati in classe.

Infatti ciò che tutti hanno perso di vista in questi mesi è che noi entriamo quotidianamente in classe per motivare i bambini all’apprendimento, per far crescere la futura generazione di adolescenti in questa realtà in maniera consapevole, per far affrontare ad una nuova generazione la maturità con cognizione di causa. Rivolgo una semplice domanda a voi che state lì in alto al potere (Ministri, Presidente del consiglio, Dirigenti vari) :”vi siete mai soffermati a pensare che noi siamo donne, uomini, madri , figli con le nostre esigenze familiari ed allo stesso tempo abbiamo il gravoso compito di guidare i figli di questa società affinché diventino cittadini onesti , educati ed acculturati ? “ , anche se ricorreste ai paroloni politichesi con cui ci infinocchiate quotidianamente non potreste mai risponderci; con noi la demagogia non attacca! Continuate ad approvare leggi e decreti ad indire concorsi a decidere chi è dentro e chi è fuori in modo casuale senza avere la minima idea delle conseguenze sugli studenti o sui docenti. A volte mi chiedo se siete pienamente consapevoli anche di ciò che approvate.

Noi non siamo numeri, non siamo pacchi postali che potete spostare da un posto all’altro per tutta Italia.

Nei prossimi giorni si cominceranno a fare le domande per i trasferimenti, qualcuno otterrà il posto che tanto ha desiderato, dopo anni lavorerà senza rinunciare all’affetto dei familiari, mi auguro siano in tanti; qualcuno ha avuto la fortuna di poter produrre domanda di trasferimento prima dello scadere dei tre anni poiché il vincolo di permanenza nella provincia di immissione in ruolo è decaduto ma l’esito è tutto in bilico; qualcuno tornerà nella provincia di residenza ma continuerà a fare Km su Km per raggiungere il posto di lavoro e continuerà a sognare di avvicinarsi a casa propria, inevitabilmente gli altri resteranno lontano e qualcun altro dovrà fare le valigie e partire e passerà i prossimi anni a sperare di tornare a casa e il circolo vizioso ricomincia!!! Questo scenario farà in modo di avere una continuità didattica ? Ne risponderete nei prossimi anni. Intanto i nostri figli crescono, alcuni non hanno visto compiere i primi passi dei propri figli ed intanto che noi cerchiamo di realizzarci professionalmente ci accorgiamo che i nostri figli sono cresciuti ormai grandi, diventeranno maggiorenni e dovranno lottare per affermarsi un questa società.

Questo è un vero risultato caro Governo; Renzi e il Ministro dell’Istruzione saranno fieri , si fieri dello scempio che hanno perpetrato nei confronti della scuola , dei docenti degli alunni !!

Voglio essere veniale e prendere in considerazione il nostro stipendio che non ci permette di traslocare dove ci sono i posti disponibili cosi come auspica il caro presidente. Voi viaggiate nelle auto Blu con autista, alloggiate in hotel di lusso, tutto a spese dello Stato (quindi a nostre spese), noi dobbiamo pagare l’affitto, pagare il treno, l’autobus, comprare l’auto; qualcuno vi ha mai detto che l’auto ha un costo di carburante, usura e manutenzione? Ogni volta che vi vediamo in Tv o leggiamo le interviste in cui leggete o recitate a memoria ciò che qualcuno ha scritto per voi , parole di cui voi stessi non capite il senso, si intuisce che siete convinti che basti dire parole che fanno tendenza come “meritocrazia”, “continuità didattica” , “scuola digitale” .Ogni volta sembra che dobbiate convincere voi stessi che le vostre parole abbiano un senso perché per noi non hanno alcun senso.

Voglio darvi una notizia shock per noi avrebbe senso parlare di

  • di nuovi programmi ministeriali(non il solito copia e incolla che ci propinate ogni volta),

  • di aumento di insegnanti di sostegno e vedere riconosciuta la loro professionalità (per davvero),

  • di adeguamento agli stipendi all’Europa(siamo fieri di essere insegnanti ma con le tasche vuote diventa tutto più difficile),

  • forniture di laboratori efficienti e materiale didattico e tecnologico alle scuole .

Quanto altro ci sarebbe da aggiungere ma cosi come il mio sfogo resterà tale , anche le vostre parole trovano il tempo che trovano, voi tutti prima o poi andrete a casa chi vi subentrerà non sarà né peggiore né migliore di voi, questo governo sarà però ricordato come quello che ha fatto 100.000 immissioni in ruolo di docenti ; a che prezzo?

Caterina La Scaleia

 

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!