Venezia. Libri gender destinati agli asili resteranno in biblioteca.” Arroganza culturale della precedente amministrazione”

WhatsApp
Telegram

Luigi Brugnaro, il neo sindaco della città di Venezia, ha deciso di non far utilizzare nelle scuole dell'infanzia della città i libri per il gender, genitore 1 e genitore 2, che la precedente amministrazione di centrosinistra aveva voluto acquistare per 9.800 euro. I libri saranno consegnati alle biblioteche.

Luigi Brugnaro, il neo sindaco della città di Venezia, ha deciso di non far utilizzare nelle scuole dell'infanzia della città i libri per il gender, genitore 1 e genitore 2, che la precedente amministrazione di centrosinistra aveva voluto acquistare per 9.800 euro. I libri saranno consegnati alle biblioteche.

La nuova giunta, precisa il sindaco, ha intenzione di avviare una verifica dei testi, 'promuovendo' quelli che pongono l'accento solo sulle discriminazioni di tipo fisico, razziale o religioso. 'E' stata un'arroganza culturale – puntualizza Brugnaro – aver imposto questi volumi alle scuole senza informare preventivamente i genitori dei bimbi'.

Di parere opposto la consigliera Seibezzi: 'i libri sono stati acquistati, non sono stat imposti ma regalati alle biblioteche e agli asili nido, lasciando agli insegnanti la facoltà di usarli o meno. Abbiamo offerto una maggiore ricchezza di libri rispettando il mandato educativo dell'insegnante e le sue scelte. Quello che fa Brugnaro è anticostituzionale'.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro