Veneto, auto-somministrazione vigilata test alunni e docenti ogni 15 giorni. Il progetto

Stampa

A partire da gennaio 2021 si è registrato su tutto il territorio regionale un forte decremento di nuovi casi di Covid-19, tuttavia in seguito alla riapertura delle scuole è necessario rafforzare le attività di monitoraggio e sorveglianza rivolte ai minori e al contesto scolastico. Così la Regione Veneto presenta il nuovo progetto di monitoraggio dei contagi Covid in ambito scolastico.

Nell’attuale scenario epidemiologico occorre – spiega la Regione – intensificare le misure di prevenzione nell’ambiente scolastico, quale luogo di crescita culturale e sociale, al fine di tutelare la salute della comunità e di garantire l’adeguata continuità dell’attività didattica in presenza.

I destinatari sono alunni e insegnanti di una terza di 7 scuole secondarie di I grado selezionate (una classe rappresentativa per provincia).

Modalità: Auto-somministrazione vigilata del test ogni 15 giorni, previa specifica formazione del personale scolastico coinvolto e degli alunni, con il supporto per l’interpretazione del risultato.
Il programma di sorveglianza durerà per tutto l’anno scolastico (giugno 2021) e la partecipazione sarà volontaria, previa sottoscrizione del consenso informato.

Le scuole coinvolte:

Scuola Secondaria I° Grado “I. NIEVO” – BELLUNO
Scuola Secondaria I° Grado “M. TODESCO” – PADOVA
Scuola Secondaria I° Grado “M. SANUDO IL GIOVANE” – ROSOLINA (RO)
Scuola Secondaria I° Grado “F. GRAVA” – CONEGLIANO (TV)
Scuola Secondaria I° Grado “G. UNGARETTI” – SPINEA (VE)
Scuola Secondaria I° Grado “I. MONTEMEZZI” – VIGASIO (VR)
Scuola Secondaria I° Grado “I. M. GARBIN” – VALDAGNO (VI)

Progetto

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur