Venerdì 18 è il ‘No Meloni day’ in 35 città. Gli studenti: “Saremo oltre 150mila, ora decidiamo noi”

WhatsApp
Telegram
Sciopero

Venerdì prossimo 18 novembre sarà invasione di piazze e strade con lo slogan ‘Ora decidiamo noi’ ad opera degli studenti che manifesteranno in tutto il Paese, da nord a sud per una scuola più giusta.

Oltre 35 piazze saranno invase da giovani studenti con l’obiettivo di superare i 150mila studenti scesi a manifestare lo scorso anno.

“Milano, Roma, Napoli, Torino, Genova, Firenze, Bologna e così via da nord a sud per il ‘No Meloni Day’ – dice all’Adnkronos Alice Beccari, responsabile comunicazione dell’Unione degli Studenti – anche se noi non scendiamo in piazza esclusivamente contro il governo Meloni, ma come gli anni passati manifestiamo contro le riforme della scuola pubblica che vanno verso la privatizzazione e l’industrializzazione della scuola stessa”.

Ad appoggiare l’iniziativa dell’Uds, Link coordinamento Universitario, Rete della Conoscenza, Action Aid, Fiom, Flc, Legambiente, Libera contro le mafie e Non Una Di Meno. “Quest’anno scendiamo in piazza contro questo governo – continua Beccari – e le nostre rivendicazioni di basano su 5 pilastri: diritto allo studio, stop all’alternanza scuola lavoro, benessere psicologico, più rappresentanza e più diritti per gli studenti e le studentesse”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur