Vendevano diplomi falsi per lavorare come ATA: arrestati dalla procura di Avellino

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Secondo quanto apprendiamo da Repubblica, i carabinieri del nucleo investigativo hanno eseguito ad Avellino e Palma Campania un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari e della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio con divieto di svolgere le attività inerenti a tale ufficio per la durata di 12 mesi, a carico di due persone per la vendita di diplomi falsi, che dovevano servire per partecipare ai concorsi Ata nella scuola.

Uno dei due è il gestore di un istituto scolastico, l’altro è un collaboratore che vendeva i diplomi falsi: intascavano fino a duemila euro.

L’accusa – leggiamo sul quotidiano – è  per reato di corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio nonché falsità materiale ed ideologica commessa dal pubblico ufficiale. Due gli istituti scolastici coinvolti con sede ad Avellino e Santa Maria Capua Vetere. Le indagini, che sono partite da un servizio di “Striscia la notizia” continuano.

Fonte

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione