Vecchioni: “Autoritari, autorevoli o sfigati. Ecco le tre categorie di docenti che ho incontrato”

Stampa

A La Repubblica, Roberto Vecchioni parla del suo nuovo libro “Lezioni di volo e di atterraggi”, edito da Einaudi che sarà in libreria dal 27 ottobre. Nella pubblicazione editoriale si parla anche di scuola.

“La scuola funziona davvero solo se è capace di rompere gli schemi. Gli insegnanti italiani erano e sono i migliori del mondo“, afferma Vecchioni.

“Parlando di professori ce ne sono tre tipi: quelli autoritari per cui le cose sono come dicono loro e basta. Lo studente non può e non deve dire niente. Poi ci sono quelli autorevoli, a cui i ragazzi danno credito perché dimostrano con la loro vita la coerenza con quel che dicono. La terza categoria è quella degli sfigati, che è quella di cui i ragazzi si accorgono subito, che si fa mettere i piedi addosso. Carducci era del primo tipo: era severissimo, sparava sulle farfalle, contava quello che diceva lui e basta. Pascoli invece era una persona dolce, nonostante avesse avuto una vita difficile, e i suoi studenti lo amavano perché aveva la capacità di farsi capire. Io ho girato moltissime scuole e ho trovato quasi sempre insegnanti bravi e, soprattutto, attentissimi ai ragazzi”.

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite