Varianti covid-19, Burioni: “Non le cerchiamo. Come non cercavamo il virus lo scorso anno”

Stampa

“Se volete preoccuparvi per le varianti ecco un concreto motivo: non le cerchiamo, così come non cercavamo il virus il febbraio scorso”. Così il virologo Roberto Burioni su Twitter, dove riporta un estratto di Nature Italy

L’Italia sequenzia attualmente 1,3 campioni di virus ogni 1000, e impiega un tempo medio di circa due mesi per caricare i dati in archivi pubblici come Gisaid. E’ una delle prestazioni peggiori al mondo”.

Al confronto, il Regno Unito sequenzia quasi 40 volte più campioni, con un tempo medio di caricamento pari a 21 giorni“, conclude Burioni.

 

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur