Varengo (Cisl Scuola): “Le scuole necessitano di personale ATA stabile, coprire tutti i posti vacanti e disponibili” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“Le scuole ancora oggi patiscono il danno del taglio effettuato nel 2009. Alcuni profili sono stati falcidiati del 20%. Abbiamo visto, purtroppo, cosa significa tagliare sulle risorse umane nei tre anni scolastici caratterizzati dalla pandemia”. Così Attilio Varengo, Cisl Scuola, durante la diretta del 30 novembre organizzata dalla redazione di Orizzonte Scuola per discutere del rinnovo del contratto e delle problematiche relative al personale ATA. 

Dobbiamo percorrere la strada della stabilizzazione del personale. Mentre per il personale docente c’è la copertura di tutti i posti vacanti e disponibili, per il personale ATA siamo fermi alla copertura del turn over, le scuole necessitano di professionalità e personale stabile. E poi si deve intervenire sulla formazione: il personale ATA è stato dimenticato, per i docenti è stata prevista la card, per gli ATA nulla” ha evidenziato Varengo.

Varengo ricorda l’appuntamento di questo pomeriggio all’Aran che vedrà il proseguimento della trattativa sul rinnovo del CCNL , parte normativa. “Il nuovo contratto deve trovare la soluzione ai problemi del personale ATA, anche se il contratto non può farsi carico di determinate problematiche. Deve essere sicuramente portata a soluzione la valorizzazione dei Dsga: è evidente che un modello tratto da un altro comparto, che con la scuola non ha nulla a che vedere, deve essere adattato al modello scuola. Abbiamo oltre 2000 scuole prive di un direttore dei servizi: deve trovare soluzione la questione dei facenti funzione. La Cisl farà la sua parte già oggi in occasione della riunione all’Aran” ha concluso il sindacalista.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro