Valutazione. Profumo alla firma? Puglisi, in extremis, tenta di fermarlo: eviti di produrre nuovi danni

Di
WhatsApp
Telegram

red – A seguito della notizia pubblicata tempestivamente dalla nostra redazione, relativamente alla presunta volontà da parte di Profumo di firmare un decreto sulla valutazione, interviene il responsabile scuola del Partito Democratico.
Valutazione. Italia sotto ricatto, senza riforma niente fondi strutturali
Per SEL si tratta di un colpo di mano: "Profumo si fermi"

red – A seguito della notizia pubblicata tempestivamente dalla nostra redazione, relativamente alla presunta volontà da parte di Profumo di firmare un decreto sulla valutazione, interviene il responsabile scuola del Partito Democratico.
Valutazione. Italia sotto ricatto, senza riforma niente fondi strutturali
Per SEL si tratta di un colpo di mano: "Profumo si fermi"

Francesca Puglisi chiede al ministro dell’Istruzione del governo tecnico, "delegittimato dal voto" afferma, di occuparsi "in queste ore solo dell’ordinaria amministrazione".

"È davvero grave, – continua la Puglisi – che a pochi giorni dall’insediamento del nuovo Parlamento, il ministro Profumo tenti di approvare in Consiglio dei ministri provvedimenti su cui abbiamo già espresso il nostro totale dissenso, come quello sulla valutazione."

"Nel nostro Paese tutto ciò che di poco digeribile si vuol far passare, lo si giustifica dicendo che ‘lo chiede l’Europa’. Anche i funzionari del Miur dovrebbero sapere, però, che un sistema nazionale di valutazione in Italia esiste già da tempo. Se lo si vuole cambiare, – conclude – si dia compito al Parlamento e alle nuove commissioni di Camera e Senato, una volta insediati, di ascoltare il parere del mondo della scuola per evitare di produrre nuovi danni".

Profumo pronto a terminare la propria missione: valutazione in primis

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti 30-60 CFU, apertura straordinaria e full immersion nel mese di luglio. Contatta Eurosofia