Valutazione, prof più bravi incidono su futuro stipendio studenti fino al 300%. Anzianità non è certezza di qualità

di redazione
ipsef

red – Lo ha detto Erick Hanuschek, senior fellow all’Hoover Institution della Stanford University, durante il convegno organizzato da "Treellle" e da "Fondazione per la Scuola Compagnia di San Paolo" alla Luiss, sulle esperienze internazionali di valutazione dei sistemi scolastici. La parola al prossimo contratto.

red – Lo ha detto Erick Hanuschek, senior fellow all’Hoover Institution della Stanford University, durante il convegno organizzato da "Treellle" e da "Fondazione per la Scuola Compagnia di San Paolo" alla Luiss, sulle esperienze internazionali di valutazione dei sistemi scolastici. La parola al prossimo contratto.

Hanuschek ha fatto riferimento all’esperienza USA in campo di valutazione ed ha condiviso uno studio avviato dall’istituto nel quale lavora, affermando che i dati dimostrano "che un insegnante che si colloca nella fascia alta della scala di qualità migliora le aspettative di reddito dei suoi studenti fino al 300 per cento della media attuale che è di 50mila dollari annui"

Non solo, gli studi dimostrerebbero che l’anzianità di servizio non ha un grosso impatto in termini di qualità dell’insegamento. Anche un giovane insegnante può dunque accedere alle fasce alte di qualità.

Il messaggio è chiaro e sarà centrale nel confronto che vedrà sindacati e Ministero seduti al tavolo delle contrattazioni per il rinnovo del contratto

Lo ha detto anche il Ministro, che il sistema degli scatti stipendiali automatici legati all’anzianità ha fatto il suo tempo.

E’ anche vero che, però, il Ministero non ha messo sul piatto ulteriori risorse, la domanda dunque è: come si può pensare di incentivare il merito a "prezzi invariati"?

Commenta su FaceBook

Vedi anche

Stipendio legato al merito? Il 70% vota sì

OS.it interroga associazioni docenti e genitori: sì alla carriera, alla valutazione e al nuovo stato giuridico dei docenti. No alle mance occasionali

Tutto sulla valutazione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione