Valutazione formativa e sommativa tra differenze e somiglianze: in allegato una griglia di osservazione e valutazione per la scuola superiore di I grado

WhatsApp
Telegram

Esamineremo nell’articolo due dei metodi più comuni di valutazione: valutazione sommativa e valutazione formativa.

Sebbene l’obiettivo principale di entrambi i metodi di valutazione sia valutare gli studenti, gli stessi hanno, però, visibilmente obiettivi diversi e adoperano i dati in modo diverso.

I confini sfocati tra le due tipologie di valutazioni

Talvolta, i confini tra valutazione sommativa e formativa possono essere visibilmente sfocati. Esiste, tuttavia, un modo per paragonare questi due metodi di valutazione e, soprattutto, quando sarebbe necessario (se esiste questa opzione) optare per una valutativa rispetto all’altra? Nel corso dell’articolo analizzeremo quali sono le differenze e le somiglianze tra le due tipologie di valutazioni: formativa e sommativa. Daremo delle interpretazioni e tenderemo di fornire ai docenti che ci leggono soluzioni operative.

Cos’è la valutazione formativa?

La valutazione formativa, possiamo dire, che è un metodo di valutazione continuo che aiuta gli insegnanti a monitorare quelli che sono i progressi degli studenti, meglio, a valutare quello che è l’andamento dei loro apprendimenti, e a identificare le sfide che gli studenti devono affrontare finché studiano. Tali valutazioni (non verifiche, per puntualizzare) forniscono un feedback puntuale sulle prestazioni degli studenti.

L’obiettivo della valutazione formativa, che è personale e non comparativa, è scoprire quali competenze possiedano gli studenti mentre passano da una fase di apprendimento all’altra. Non ci sono alte poste in gioco legate alla valutazione formativa e le prestazioni degli studenti non sono misurate rispetto a una rubrica o a un benchmark standardizzato.

Che cos’è la valutazione sommativa?

La valutazione sommativa, invece, è un metodo tradizionale di valutazione con il quale l’insegnante misura le prestazioni dello studente adoperando un benchmark standardizzato. Viene svolto alla fine del corso o dell’unità didattica e si concentra sui risultati del programma.

A differenza della valutazione formativa, la valutazione sommativa ha un punteggio, motivo per cui viene utilizzata per determinare se lo studente è nelle condizioni di ottenere una promozione, superare un corso o passare al livello successivo nel suo percorso di apprendimento. Un insegnante può fare affidamento unicamente sui risultati di un esame di fine anno per valutare gli studenti e, dunque, per promuoverli.

Differenze tra valutazione formativa e sommativa

La valutazione sommativa è un tipo di valutazione che avviene alla fine di un programma, mentre la valutazione formativa è un metodo per raccogliere feedback in tempo reale dagli studenti durante il corso. La valutazione sommativa consiste nel misurare le prestazioni dello studente alla fine della lezione utilizzando alcuni criteri definiti.

D’altra parte, i metodi di valutazione formativa si concentrano su quanto gli studenti sanno. Le valutazioni formative utilizzano approcci diversi per monitorare i progressi degli studenti, raccogliere feedback da loro e identificare eventuali lacune di apprendimento che devono essere colmate.

Le caratteristiche della valutazione sommativa

Le caratteristiche della valutazione sommativa includono validità, affidabilità, varietà e praticità. La valutazione sommativa è un metodo standardizzato di valutazione basata sulla conoscenza che può essere facilmente riportato. Ciò significa che si finisce sempre con un riassunto conciso dei risultati della valutazione.

Le caratteristiche della valutazione formativa

A differenza della valutazione sommativa, la valutazione formativa non misura i progressi dello studente rispetto a un benchmark o a una rubrica, e questo significa che i suoi risultati non sono valutati. Invece, le valutazioni formative si concentrano sulla raccolta di feedback fruibili che possono migliorare l’esperienza di apprendimento per gli studenti.

Tipi comuni di valutazione sommativa

Gli esami di fine ciclo, i test in classe, le attività pratiche e le prove orali sono tipi comuni di valutazione sommativa. D’altra parte, i quiz improvvisati, i sondaggi silenziosi sono alcuni dei metodi più comuni di valutazione formativa.

I metodi di valutazione sommativa aiutano il docente a misurare le prestazioni dello studente rispetto a uno standard o a una rubrica. D’altra parte, vengono utilizzati metodi di valutazione formativa per monitorare le conoscenze dello studente mentre si sposta da un livello all’altro nel processo di apprendimento.

Vantaggi della valutazione formativa: un feedback immediato sui progressi degli studenti

A differenza della valutazione sommativa che aspetta la fine di un percorso per valutare gli studenti, la valutazione formativa fornisce immediatamente risposte ai feedback valutando le ragazze e i ragazzi mentre imparano. Un altro vantaggio della valutazione formativa è che consente cambiamenti e modifiche al metodo di insegnamento con il progredire dell’apprendimento.

La valutazione formativa supporta l’apprendimento personalizzato

La valutazione formativa supporta l’apprendimento personalizzato; gli insegnanti possono utilizzare il feedback ricevuto per creare esperienze di apprendimento uniche per ogni studente. Aumenta inoltre la partecipazione degli studenti al programma di formazione e li coinvolge attivamente nel monitoraggio dei propri progressi.

Vantaggi della valutazione sommativa

Uno dei principali punti di forza della valutazione sommativa è che motiva gli studenti a imparare e prestare attenzione in classe. A differenza di quanto si ottiene con la valutazione formativa, gli studenti sanno che i loro voti dipendono da quanto bene si comportano nelle valutazioni sommative e questo aumenta il loro impegno nella formazione.

I metodi di valutazione sommativa sono progettati per produrre risultati simili

A differenza dei metodi di valutazione formativa che sono personalizzati in base alle esigenze degli studenti, i metodi di valutazione sommativa sono progettati per produrre risultati simili quando vengono applicati in contesti assolutamente simili.

Strumenti più importanti utilizzati per la valutazione sommativa

Uno degli strumenti più importanti utilizzati per la valutazione sommativa è una rubrica o una guida di punteggio che viene utilizzata per valutare la qualità delle risposte fornite dagli studenti. Durante le valutazioni formative, il docente non ha bisogno di utilizzare una rubrica perché è un metodo di valutazione non graduato.

Strumenti formativi-sommativi-di-valutazione

Quiz, software per esami e piattaforme di test online sono altri strumenti comuni utilizzati per la valutazione sommativa. La valutazione formativa, d’altra parte, utilizza sondaggi, sondaggi, focus group e diversi tipi di interviste per monitorare le esperienze e le conoscenze degli studenti mentre apprendono.

Valutare la comprensione da parte dello studente

L’obiettivo della valutazione sommativa è valutare la comprensione da parte dello studente e valutare i materiali utilizzati entro un periodo specifico. D’altra parte, lo scopo principale della valutazione formativa è osservare gli studenti intanto che imparano e ottenere da ciò un feedback in tempo reale sulle loro conoscenze ed esperienze.

Le valutazioni formative utilizzano diversi strumenti e metodi per monitorare la conoscenza e l’acquisizione di abilità in diversi punti della curva di apprendimento. La valutazione sommativa, d’altra parte, consiste nel valutare la qualità delle conoscenze di uno studente in base alla sua performance.

L’obiettivo della valutazione formativa è migliorare il processo di insegnamento

L’obiettivo della valutazione formativa è migliorare il processo di insegnamento e apprendimento basato sul feedback degli studenti, mentre l’obiettivo della valutazione sommativa è valutare le prestazioni di uno studente con un indicatore di prestazione come una rubrica o altri parametri di riferimento definiti.

Ciò significa che mentre la valutazione formativa valuta l’apprendimento e il progresso della conoscenza, la valutazione sommativa raccoglie prove come prova della competenza di uno studente nel corso.

Attenzione al risultato misurato da un indicatore di performance

La valutazione sommativa presta attenzione al risultato misurato da un indicatore di performance, mentre la valutazione formativa si concentra sul processo di apprendimento in corso. A causa della sua focalizzazione sull’esperienza di apprendimento in corso, la valutazione formativa incoraggia cambiamenti e modifiche al processo di apprendimento sulla base del feedback dei partecipanti al programma.

Dati quantitativi o dati qualitativi?

Le valutazioni sommative producono dati quantitativi come risultati mentre la valutazione formativa si traduce in dati qualitativi. I dati quantitativi hanno valore statistico perché sono misurati sotto forma di numeri mentre i dati qualitativi sono il tipo di dati che descrivono le informazioni utilizzando gruppi e categorie.

I dati sommativi producono risultati quantitativi perché valutano le prestazioni degli studenti utilizzando un benchmark standard. I risultati sommativi non sono classificati e sono generalmente presentati come descrizioni con feedback sui punti di forza e di debolezza degli studenti. L’istruttore utilizza questo feedback per migliorare il metodo di insegnamento.

Quadro di riferimento

Le valutazioni formative utilizzano un quadro normativo di riferimento durante la valutazione. Un quadro di riferimento è un insieme complesso di presupposti che definisce le nostre percezioni e crea significato.

Quadro di riferimento di criteri

La valutazione sommativa, invece, ha un quadro di riferimento di criteri. Un quadro di riferimento di criteri significa che gli studenti sono valutati utilizzando criteri standard. Le interpretazioni basate su criteri ci consentono di confrontare le prestazioni di uno studente con un dominio di contenuti ben definito, per mostrare il loro livello di conoscenza di una materia.

Le valutazioni sommative e formative lavorano simultaneamente

Avere una chiara comprensione delle valutazioni sommative e formative ti aiuta a monitorare i progressi verso gli obiettivi di apprendimento e anche a migliorare il processo di insegnamento e apprendimento. Le valutazioni sommative e formative lavorano simultaneamente per definire l’esperienza di apprendimento e di insegnamento.

Il docente raccoglierà informazioni utili e importanti che parlano a scopi di apprendimento

Un forte programma di valutazione in classe armonizza, in un’unica prospettiva, i metodi di valutazione formativa e sommativa per fornire una valutazione equilibrata delle competenze, delle conoscenze e delle abilità degli studenti. Con un’attenta riflessione e processi di pianificazione, il docente raccoglierà informazioni utili e importanti che parlano a scopi di apprendimento specifici.

Griglia di osservazione e valutazione delle attività didattiche a distanza – scuola secondaria

La griglia che vi proponiamo è quella realizzata dall’Istituto Comprensivo di Gavoi (NU) diretto con eccezionale competenza e professionalità dal dirigente scolastico professor Pietro Masuri. Nel documento si legge “La didattica a distanza impone un processo di valutazione formativa che miri a valorizzare il percorso di ciascun alunno in questa fase di emergenza dando valore a ciò che ognuno sa fare. Per la Scuola Secondaria sono state predisposte delle griglie per indicare e descrivere i risultati attesi nel processo di apprendimento della didattica a distanza. 1. Il sistema dei punteggi è più adatto a “misurare” le competenze che sono acquisite con vari gradi o non acquisite) e a valorizzare quello che c’è e non certifico quello che non c’è). 2. Con la DAD il successo non è più legato solo alle abilità dell’alunno ma anche alle “risorse” che la famiglia può offrire e agli aspetti strumentali. Nei casi in cui la DAD non stia dando i risultati attesi è indispensabile verificare le motivazioni e la situazione, con particolare attenzione per gli alunni BES, DSA, DVA e in generale svantaggiati; bisognerà quindi individuare i motivi per cui la DAD sta funzionando e cercare, se così non fosse, modalità di intervento alternative”.

GRIGLIA-OSSERVAZIONE-DAD_SCUOLA_SECONDARIA

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur