Valutazione dirigenti scolastici, giudicati anche da docenti e genitori: quanto peso avranno?

di Anselmo Penna
ipsef

Il Ministro Giannini ha firmato il Decreto sulla valutazione dei dirigenti scolastici. Molte le novità, tra cui il giudizio da parte della comunità scolastica.

Il Ministro Giannini ha firmato il Decreto sulla valutazione dei dirigenti scolastici. Molte le novità, tra cui il giudizio da parte della comunità scolastica.

La valutazione del dirigente scolastico sarà annuale e sarà legata ad aumenti stipendiali, come evidenziato nei nostri precedenti articoli.

Gran parte della valutazione riguarderà il contributo al miglioramento del servizio scolastico con particolare riferimento al RAV e al PdM. Inatti, la capacità di indirizzo e di gestione della scuola peserà per il 60% sulla valutazione complessiva. La capacità di valorizzare le risorse umane, il personale della scuola tutto (docente, amministrativo, tecnico e ausiliario) peserà per il 30%. Il restante 10% si baserà sull'apprezzamento dell'operato del dirigente da parte della comunità scolastica,

Per comunità scolastica si intende coloro che "vivono e lavorano nella scuola", ha spiegato il Ministro, quindi genitori e docenti.

Quali saranno i criteri per i quali la comunità scolastica è chiamata ad esprimersi non lo sappiamo ancora. Vedremo a seguito dell'attuazione della valutazione.

Di certo è che si tratta di una importante novità, sebbene il peso di tale giudizio rimane alquanto marginale, rispetto a tutto il sistema.

Da settembre 2016 anche i Dirigenti Scolastici saranno valutati, i criteri. Firmata la direttiva

Versione stampabile
anief anief
soloformazione