Valutazione delle scuole. Linee guida Renzi: sarà anche per le paritarie

Di
Stampa

Niente di nuovo, se non che la valutazione delle scuole influenzerà sia i finanziamenti alle scuole che lo stipendio dei docenti.

Niente di nuovo, se non che la valutazione delle scuole influenzerà sia i finanziamenti alle scuole che lo stipendio dei docenti.

Si parte dal documento di autovalutazione, che comprende indicatori su contesto e risorse, esiti e processi della scuola:

  • ambienti di apprendimento,
  • apertura verso il territorio,
  • pratiche educative e didattiche,
  • livello e qualità di quello che gli studenti avranno imparato,
  • elementi socio-economici di contesto,
  • ma anche informazioni utili per capire, ad esempio se gli apprendimenti degli studenti incidono sulla loro scelta di proseguire gli studi o sulle loro chance di trovare un lavoro

Si verificherà, quindi, se i risultati di apprendimento fra le classi e dentro le classi siano equi o meno all'interno della stessa scuola o se mostrano invece delle distorsioni da correggere affinché nessuna classe "sia abbandonata a se stessa".

La valutazione sarà estesa anche alle scuole paritarie

Nel processo di valutazione delle scuole avranno un ruolo fondamentale gli ispettori esterni per avviare un processo di supervisione degli obiettivi raggiunti.

Il rapporto e il piano di miglioramento dovranno essere pubblicati dalla scuola in formato testuale o aperto.

Ogni scuola avrà un "cruscotto" comune di riferimento grazie al quale individuare i propri punti di forza e di debolezza e sviluppare un piano triennale di miglioramento che avrà al centro i risultati degli studenti, il loro apprendimento e successo formativo.

I finanziamenti alle scuole saranno legati al processo di valutazione

Il livello di miglioramento dei docenti influenzerà anche la loro retribuzione.

Tutto sulla riforma

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur