Valorizzazioni eccellenze nella scuola: concorso internazionale di Informatica in Romania un italiano al terzo posto

di Patrizia Del Pidio
ipsef

item-thumbnail

Della delegazione di 8 studenti italiani invitati in Romania per il concorso di informatica due sono stati premiati.

8 studenti italiani, tutti provenienti dall’I.T.S. Aldini Valeriani-Sirani di Bologna, hanno partecipato al concorso di informatica in Romania, che si è svolto presso il Colegiul National de Informatica di Piatra Neamț dal 1 al 3 marzo 2017. A tal riguardo si ricorda che a partire dal 2017 il MIUR ha inserito le olimpiadi di informatica a squadre tra le eccellenze della scuola.
Gli studenti italiani, accompagnati dalle docenti Nadia Amaroli e Enrica Bracchetti, hanno spiccato tra i “colleghi” aggiudicandosi, a sorpresa il terzo posto e una menzione per quel che riguarda gli allievi delle IX classe.




M.M. di 16 anni, infatti, si è aggiudicato il terzo posto tra gli studenti della nona classe (corrispondente alla terza classe di scuola secondaria di secondo grado in Italia, per l’età) , seguito dal compagna C.G.
I due ragazzi sono stati premiati entrambi sul palco, uno per il terzo posto e uno per una menzione.
La professoressa Nadia Amaroli ha così commentato il risultato dei propri studenti “È il secondo anno che partecipiamo a questa gara internazionale e siamo passati dal quinto posto dello scorso anno al terzo e quarto posto di quest’anno: un vero successo per il quale dobbiamo ringraziare anche la nostra “preparatrice atletica” la prof.ssa Martemucci, oltre ovviamente ai ragazzi. Abbiamo portato le due squadre del nostro Istituto che si sono meglio classificate nel corso delle gara nazionali delle Olimpiadi di Informatica a Squadre e direi che abbiamo fatto la scelta giusta. I ragazzi si sono cimentati con problemi davvero impegnativi e con testi in inglese.” La professoressa, inoltre, ci ha tenuto a raccontare che “Nel corso della cerimonia di premiazione, poi, due di loro hanno avuto l’occasione di presentare la nostra città ad un teatro cittadino gremito di personalità (dal sottosegretario all’Istruzione, ai professori universitari che coordinano lo staff scientifico che prepara le prove, ai vari rappresentanti degli uffici scolastici regionali e locali), delegazioni, studenti ed insegnanti. Bologna infatti accoglierà la prima edizione delle Olimpiadi Internazionali di Informatica a Squadre dal 17 al 20 maggio prossimo nel nostro Istituto. Una presentazione nei toni del rosso bolognese, in inglese e in rumeno, illustrata con spontaneità e professionalità che ha riscosso un enorme successo: in tanti ci hanno fermati al termine della cerimonia per complimentarsi con noi dei nostri ragazzi e della nostra città.”. Un grande trionfo, quindi, per gli studenti italiani che si sono cimentati nella prova.
Alla collega, si unisce complimentandosi con i ragazzi, l’altra docente accompagnatrice, la professoressa Bracchetti che sottolinea l’importanza di tale esperienza per gli alunni “Un’occasione quindi ulteriormente preziosa per i nostri ragazzi anche dal punto di vista della crescita ed educazione all’interculturalità: gli studenti partecipanti, infatti, vengono ospitati all’interno del campus della scuola organizzatrice, avendo così modo di venire a stretto contatto con la quotidianità della vita studentesca locale, dai dormitori, alla mensa fino ai laboratori stessi in cui vengono poi svolte le competizioni. Il campus è gestito e controllato da una figura professionale, detta pedagoga, che si occupa di rispondere e gestire le esigenze dei ragazzi. Un buon compromesso quindi tra indipendenza e possibilità di vivere questa bella esperienza in autonomia da un lato e sicurezza dall’altro!”.
La professoressa Bracchetti, poi, ha illustrato quali sono state le prove cui i ragazzi sono stati chiamati a partecipare:”Oltre alla prova di informatica quest’anno gli alunni si sono cimentati anche nella prova a disciplina mista, nel particolare matematica ed informatica. I risultati non sono stati brillanti, ma si tratta del primo tentativo, quindi, così come è accaduto rispetto lo scorso anno nell’ambito informatico, siamo certi che andrà meglio anche per questo tipo di competizione per l’anno a venire. Ci sentiamo di dirlo, dopotutto la fiducia finora riposta nei nostri studenti ha dato riscontri assolutamente positivi. Allora, avanti così ragazzi, in crescendo! E per ora è da godersi il successo di questi giorni, già con la mente e l’entusiasmo ai preparativi per la competizione di maggio a Bologna.”.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione