Valorizzazione eccellenze studenti scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie: chi può candidarsi

WhatsApp
Telegram

L’Avviso Miur 409 del 10-01-2022 indice la procedura per Iniziative di valorizzazione delle eccellenze per l’anno scolastico 2022/2023.

“La procedura è riservata ai soggetti interni e ai soggetti esterni all’Amministrazione scolastica con requisiti previsti dalle norme e con esperienze già consolidate in tema di valorizzazione del merito degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Al presente avviso è allegata l’informativa sul trattamento dei dati personali e la modulistica per partecipare alla procedura”.

Chi può candidarsi

La procedura è riservata ai soggetti pubblici e privati, regioni e enti locali, nazionali o comunitari, con esperienze già consolidate in tema di valorizzazione del merito degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Durata dell’accreditamento

L’accreditamento è valido per tre anni scolastici e può essere rinnovato su domanda dei soggetti interessati.
Per conoscere il periodo di validità dell’accreditamento consulta l’elenco dei soggetti esterni accreditati sul sito del Miur a domanda.

È disponibile un elenco dei soggetti esterni già accreditati per un triennio scolastico, a partire dall’a.s.2021/2022 fino all’a.s.2023/2024, al fine di collaborare con l’Amministrazione scolastica per promuovere e realizzare procedure di confronto e di competizione, nazionali e internazionali, nonché olimpiadi e certamina, concernenti la valorizzazione delle eccellenze degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie.

Elenco dei soggetti esterni accreditati al fine di collaborare con l’Amministrazione scolastica

La domanda di partecipazione deve essere inviata entro la fine del mese di febbraio utilizzando i tre moduli allegati all’Avviso pubblicato sul sito del Miur.

I soggetti interessati a partecipare alla procedura sono invitati a trasmettere entro il 28 febbraio 2022 i moduli, compilati e sottoscritti dal legale rappresentante, per posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: [email protected] La documentazione presentata in modo non conforme e con modulistica diversa da quella allegata al presente avviso sarà considerata irricevibile.

La richiesta per far riconoscere la competizione nel Programma per la valorizzazione delle eccellenze può riferirsi fino ad un massimo di tre anni scolastici consecutivi, è possibile il rinnovo su istanza dei soggetti interessati.

Le disposizioni per incentivare l’eccellenza degli studenti nei percorsi di istruzione è entrata in vigore il 7/2/2008 DECRETO LEGISLATIVO 29 dicembre 2007, n. 262.

Le finalità

Il decreto legislativo prevede l’incentivazione delle eccellenze al fine di valorizzare la qualità dei percorsi compiuti e di riconoscere i risultati elevati.

È una misura per innalzare il livello di apprendimento degli studenti, incoraggiando il proseguimento del percorso di istruzione nei licei, negli istituti tecnici e professionali e nella formazione tecnica superiore.

Il risultato raggiunto nei percorsi di “eccellenza” è riconosciuto e certificato e garantisce l’acquisizione di crediti formativi e varie forme di premiazione.

Programma annuale

Il Ministro della pubblica istruzione prima dell’avvio di ogni anno scolastico, con apposito decreto, definisce il programma nazionale di promozione dell’eccellenza che fornisce alle scuole, ai docenti, agli studenti e ai loro genitori l’informazione puntuale sulle iniziative proposte per l’intero anno scolastico.

Per ogni anno scolastico sono elencati i provvedimenti attuativi delle norme.

Il programma annuale contiene:

a) le discipline, le aree disciplinari ed i settori tecnico-operativi rispetto ai quali si intende operare;
b) le certificazioni di cui all’articolo 2, comma 5, il cui conseguimento dà origine a riconoscimento;
c) le procedure di accreditamento per i soggetti che intendono operare in collaborazione con l’amministrazione scolastica;
d) i soggetti proponenti, sia dell’amministrazione sia tra gli organismi accreditati;
e) il calendario delle iniziative, le modalità di partecipazione;
f) le procedure di confronto e di competizione e la loro organizzazione;
g) le risorse finanziarie dedicate, la quota pro capite di incentivo che verrà assicurata agli studenti eccellenti, le modalità di erogazione delle risorse finanziarie.

Possono confluire nel programma le competizioni che hanno conseguito livelli di prestigio, per particolari ambiti disciplinari o per specifiche discipline di studio, purché promosse e realizzate dall’amministrazione scolastica o da soggetti accreditati dall’amministrazione scolastica medesima, in relazione soprattutto al potenziamento dell’area tecnica e professionale.

Il programma annuale fa riferimento anche ai risultati dell’analisi valutativa del sistema scolastico condotta dall’INVALSI.

Le competizioni incluse nel programma annuale possono avvalersi di adeguate forme di sostegno validate dal Ministero; particolare attenzione sarà dedicata a competizioni con sviluppi anche internazionali.

Il programma annuale prevede le modalità per assicurare il monitoraggio delle iniziative, la valutazione di impatto, nella prospettiva di eventuali miglioramenti per gli anni successivi.

Criteri e procedure

1. La valorizzazione dell’eccellenza riguarda gli studenti frequentanti i corsi di istruzione superiore delle scuole statali e paritarie. Per la valorizzazione dell’eccellenza si può inoltre tenere conto della votazione conseguita dagli studenti nell’esame di Stato conclusivo del corso di studi.

2. L’eccellenza è valorizzata in relazione alle specifiche discipline nella loro diversità e varietà, ad aree puri-disciplinari chiaramente individuate e delimitate, nonché’ a settori avanzati di carattere tecnico e professionale.

3. Il sistema di valorizzazione dell’eccellenza è organizzato in modo da garantire la partecipazione diffusa a prescindere dal tipo di scuola frequentata e secondo procedure, fatte salve le specificità di settore, che assicurino il superamento di eventuali ostacoli alle pari opportunità determinati dalle variabili di genere, di cultura, di lingua e di disabilità.

4. Nell’azione di valorizzazione si considerano sia le prestazioni individuali di singoli allievi, sia i risultati raggiunti da gruppi di studenti, qualora, come nel settore tecnico e professionale, siano richieste forme particolari di collaborazione tra studenti.

5. Nella valorizzazione dell’eccellenza può essere altresì considerato il conseguimento di certificazioni di competenze ad elevato livello di standardizzazione e con validità internazionale collegabili ai percorsi di istruzione, come può avvenire nel campo delle lingue straniere e delle tecnologie informatiche.

Certificazione dei risultati di eccellenza

1. Il conseguimento di eccellenza dà sempre diritto a specifica certificazione, che è condizione necessaria per conseguire gli incentivi e le facilitazioni utili per i percorsi di istruzione e di formazione post-secondaria.
2. Per quanto attiene alle eccellenze conseguite, le certificazioni delle stesse vengono rilasciate da parte dell’amministrazione scolastica, dei soggetti accreditati e delle scuole che hanno proposto e realizzato le iniziative incluse nel programma annuale, ciascuna per le rispettive competenze.
L’incentivazione delle eccellenze è finalizzata alla valorizzazione della qualità dei percorsi e al riconoscimento dei risultati elevati raggiunti da parte di studenti che frequentano istituzioni scolastiche statali e paritarie. L’incentivazione concorre a promuovere l’innalzamento dei livelli di apprendimento degli studenti nelle diverse discipline ed a garantire a tutti gli studenti pari opportunità di pieno sviluppo delle capacità.
Il riconoscimento delle eccellenze, nei diversi settori dell’esperienza di apprendimento, è finalizzato anche ad incentivare la prosecuzione del percorso di istruzione nei licei, negli istituti tecnico-professionali e nella formazione tecnica superiore.
Il raggiungimento di risultati elevati può rappresentare, nel rispetto dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, un fattore di qualificazione del piano dell’offerta formativa.
L’iniziativa di valorizzazione delle eccellenze è tesa a rafforzare i rapporti tra il mondo della scuola e le comunità scientifiche ed accademiche ed a creare situazioni di dialogo e di cooperazione tra docenti della scuola, ricercatori e docenti universitari, esperti tecnico-professionali di settore.
I soggetti accreditati comunicano il riconoscimento di eccellenza alle scuole frequentate dagli studenti interessati.
Le certificazioni sono rilasciate a richiesta dell’interessato.

Norme finali e finanziarie

Entro la fine di ogni anno scolastico il Ministero della pubblica istruzione renderà pubblico per ciascuna istituzione scolastica statale e paritaria il numero di studenti che hanno conseguito certificazioni di eccellenza con eventuale attribuzione degli incentivi nelle forme previste.

Gli elenchi degli studenti che conseguono eccellenze certificate, previo consenso degli interessati, saranno disponibili per le università, le accademie, le istituzioni di ricerca e le imprese.

All’onere derivante dal presente decreto si fa fronte con le risorse allo scopo stanziate in bilancio dall’articolo 3 della legge 11 gennaio 2007, n. 1.

Albo d’onore

L’albo d’onore, istituito a livello nazionale, ha lo scopo di raccogliere i nominativi degli studenti meritevoli ed è pubblicato all’indirizzo www.indire.it/eccellenze (circolare 18 del 28 gennaio 2008).

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur