Valeria Fedeli preoccupata per il futuro del Paese. Istruzione non è al centro del programma

Non è proprio una bocciatura, ma gli somiglia molto. La titolare del Miur, Valeria Fedeli, ancora in carica ma solo per gli affari correnti, ha espresso forti perplessità per il futuro del Paese in mano al prossimo Governo.

A preoccupare la Senatrice è il posto assegnato alla scuola all’interno del Contratto di Governo, che – a suo dire – non è centrale nell’impostazione del programma.

Altre perplessità, non espressamente dichiarate e che dunque si possono leggere solo fra le righe, riguardano anche l’eliminazione o comunque la revisione della chiamata diretta o dell’alternanza scuola lavoro.

La ministra Fedeli attacca anche sulla ‘questione Meridionale’, poiché nel contratto  mancherebbero gli elementi in grado di tenere unito il Nord con il Sud.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia