Valditara: “Scuola e imprese unite per promuovere la legalità”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha ribadito l’importanza di un’azione congiunta tra il mondo della scuola e quello delle imprese per diffondere una cultura della legalità, partendo dai giovani studenti.

Intervenendo alla giornata “Legalità, ci piace” organizzata da Confcommercio, Valditara ha dichiarato: “Sono particolarmente sensibile a questo tema che si innesta nel più ampio ambito dell’educazione alla legalità. La scuola gioca un ruolo fondamentale, ad esempio attraverso lo strumento potente dell’educazione civica che deve insegnare anche il valore dell’iniziativa economica, del lavoro, dell’impresa e della proprietà privata”.

Il Ministro ha sottolineato la necessità di una “nuova cultura che deve partire dai giovani, una cultura dei doveri accanto a quella dei diritti, per affermare il rispetto delle regole verso le persone e i beni pubblici e privati”.

Valditara ha rimarcato l’importanza di sanzionare le cattive condotte: “Chi sbaglia paga, chi devasta beni pubblici deve rispondere di quello che fa. ‘Chi rompe paga’ è un principio che ho affermato quest’anno. La scuola deve rilanciare la cultura delle regole”.

Tra le priorità del Ministero, il contrasto ai “diplomifici” e la valorizzazione dei talenti come opportunità “per togliere i giovani dall’illegalità”.

Valditara ha proposto a Confcommercio un protocollo di collaborazione per “una testimonianza diretta nelle scuole sui danni che abusivismo e contraffazione arrecano alle imprese e al sistema Paese”, unendo così le forze di scuola e imprese “per una comune battaglia a favore della legalità”.

WhatsApp
Telegram

“Percorsi abilitanti 30 CFU ai sensi dell’art. 13 del DPCM 04/08/2023”.  Hai tempo solo fino al 27 giugno 2024. Contatta Eurosofia