Valditara: “Portiamo l’educazione stradale nelle scuole. Agli studenti crediti per la patente”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara ha annunciato durante il programma “Generazione Z” in onda su Rai 2 che, insieme ai Ministri Salvini e Piantedosi, è stato pianificato un programma di educazione stradale approfondito nelle scuole.

L’obiettivo è di promuovere la cultura della responsabilità e della vita e di porre fine alla strage quotidiana sulle strade. Inoltre, gli studenti che parteciperanno a questo programma guadagneranno crediti formativi per l’ottenimento della patente.

L’appello al ministro

Le parole del ministro rispondono idealmente all’appello lanciato da Luca Valdiserri, giornalista del Corriere della Sera e padre di Francesco, il 18enne travolto da un’auto lo scorso ottobre.

Valdisseri chiede al Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, la possibilità di rendere obbligatoria a scuola l’educazione stradale: “Chi dovrebbe insegnare ai nostri ragazzi la sicurezza stradale se non la scuola? La conoscenza serve a tutti, ma quella dei giovani porta frutti prolungati nel tempo, può creare una società nuova e più giusta”.

Poi aggiunge: “L’articolo 230 del Codice della Strada prevede già l’educazione stradale nelle scuole, ma solo a richiesta. Serve invece che ci sia in maniera obbligatoria e continuativa. L’affetto che ci ha circondati non cancella il dolore, ma può sicuramente innescare una risposta positiva per arginare – e magari un giorno cancellare – quella che è diventata una vera e propria emergenza nazionale”.

Leggi anche

Rapporto incidentalità 2022, Salvini: immaginiamo un miglior approccio all’educazione stradale nelle scuole

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri