Valditara nuovo ministro dell’Istruzione, Sinopoli (Flc Cgil): “Confido che sappia ascoltare i problemi della scuola”

WhatsApp
Telegram

“La scuola italiana ha problemi urgenti da affrontare, confido che il nuovo Ministro sia disponibile ad ascoltare”.

Lo ha detto all’Adnkronos Francesco Sinopoli, segretario generale della Cgil Scuola commentando la nomina del nuovo ministro dell’Istruzione sottolineando che “la scuola ha bisogno di stabilità quindi di superare il precariato come abbiamo spiegato a tutti i ministri, riconoscimento dell’impegno enorme che tutto il personale garantisce ogni giorno rinnovando il contratto velocemente e con le risorse che servono, rilanciare la sua missione costituzionale cioè quella di formare cittadini democratici capaci di affrontare un mondo sempre più complesso“.

Ripartire dal tempo pieno e dal tempo prolungato da realizzare in tutto il paese con investimenti urgenti sugli organici consapevoli che non basta il Pnrr. Serve lo stato per garantire il diritto fondamentale all’istruzione, per questo ribadiamo fin da subito la nostra assoluta contrarietà a qualsiasi ipotesi di regionalizzazione dell’istruzione. – ha concluso Sinopoli – Il nuovo nome se cela la solita retorica sul merito intrisa di luoghi comuni ci vedrà come sempre capaci di riportare anche questa controparte ai problemi reali della scuola“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur