Stipendi docenti, Valditara: “La vera sfida è pagare di più tutti gli insegnanti”

WhatsApp
Telegram

Il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, interviene a Omnibus su La7 per parlare di quanto ha detto sulla questione degli stipendi differenziati.

“Di fronte ad una domanda precisa sul contratto nazionale, la mia risposta è stata chiarissima. Il contratto nazionale non sarà toccato, non è una richiesta delle Regioni. Mai proposto di far pagare di più i docenti del Nord invece che quelli del Sud, mai proposto contratti regionalizzati. La vera sfida è di pagare di più tutti gli insegnanti. Con 1.500 euro un professore non riesce a vivere, né ci riesce con 1.300 un docente di scuola primaria”.

Poi legge lo sbobinato del suo intervento al Forum Gedi: “Guardi, io credo che il contratto nazionale non verrà toccato. Il contratto nazionale, come dire, non ritengo neanche che sia una richiesta delle regioni. Non ho mai sentito qualche regione che voglia mettere in discussione il contratto nazionale. Semmai una richiesta delle regioni è quella di consentire una maggiore equità laddove il costo della vita sia molto più alto. Questa è la vera sfida, capire come fare per far sì che il lavoratore che si trova ad avere un costo della vita più alto in un determinato territorio (ovunque si trovi: al nord, al centro, al sud questo è poco rilevante) non vada ad avere uno stipendio che nei fatti è molto più basso rispetto al collega che invece si trova in un’area…”

Leggi anche

Più soldi ai docenti del Nord? Un coro di no con qualche sì. “Ministero si impegni a colmare il divario del Sud”. Crepet, “Più soldi ai docenti bravi”

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€