Valditara: “Inutile tenere il bullo a casa, ci vuole più scuola per aiutare gli studenti”

WhatsApp
Telegram

“Per quanto mi riguarda, farò di tutto perché nelle scuole si affermi la cultura del rispetto nei confronti delle persone e dei beni pubblici. Bisogna contrastare qualsiasi forma di violenza e quel fenomeno del bullismo che produce danni gravi, psichici e fisici, a chi lo subisce”. Lo ha detto a Venezia il ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara.

Valditara sostiene che ci vuole più scuola per aiutare gli studenti a maturare e diventare socialmente utili. Ha proposto lavori socialmente utili per gli studenti, anziché la sospensione dalla scuola.

Il Ministro ha costituito un tavolo composto da professionisti di diversa formazione culturale per discutere questo tema. Inoltre, ha messo a disposizione del personale scolastico l’avvocatura dello Stato, poiché ritiene ingiusto che un insegnante vittima di violenza debba pagare le spese legali. Il Ministro non vuole che gli insegnanti si sentano soli e abbandonati.

Il riferimento è a un episodio accaduto alcuni mesi fa, quando una professoressa di Rovigo è stata vittima di un atto di violenza da parte di alcuni studenti che le hanno sparato dei pallini con una pistola ad aria compressa. Il video dell’episodio, come è noto, è diventato virale sui social. Valditara ha sottolineato l’importanza dell’utilizzo dei tablet e dei cellulari sotto la guida del docente e non per diffondere video offensivi.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri