Valditara insiste con il docente tutur, Anief ricorda che già c’è: le urgenze sono altre

WhatsApp
Telegram

Sul docente tutor, specializzato nell’orientamento, il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara insiste: “Serve un docente tutor che segua quei ragazzi più in difficoltà e anche quelli con più talento. Necessario personalizzare il percorso scolastico, il docente deve svolgere un ruolo di cooperazione, in una logica di team, con i docenti della classe, prendendosi carico dei ragazzi. Formato di più e magari pagato di più. Dobbiamo tirare fuori i talenti, le abilità, le attitudini e valorizzarle”.

Replica Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: “Sicuramente la carriera della docenza è un progetto che possiamo e vogliamo discutere, ma ogni scuola ha già al suo interno insegnanti che svolgono questo ruolo. Si può certamente migliorare e ben vengano risorse fresche a tale scopo. In questo momento, piuttosto, sono altre le necessità su cui investire: ci sono urgenze che se non affrontate rischiano di mandare all’aria i fondi del Pnrr, ad iniziare dalla reintroduzione dell’organico aggiuntivo docenti-Ata degli ultimi due anni. La professione si rilancia andando a risollevare gli stipendi: un primo passo è quello di avere assicurati arretrati tra i 1.500 e i 2.500 euro e aumenti medi superiori ai 120 euro, grazie all’accordo raggiunto con lo stesso ministro Valditara il 10 novembre scorso e a seguire quello all’Aran. Ma ora l’impegno di chi governa la scuola deve essere tutto orientato sulla valorizzazione dei profili professionali del personale ATA ed i Dsga, come pure sul ripristino dell’organico aggiuntivo, sulle deroghe alla mobilità vincolata, sulla revisione del sistema di formazione e reclutamento, che deve portare subito e con il doppio canale alle 70mila immissioni in ruolo che ci chiede l’Europa. Le leggi di fine anno dovrebbero servire a questo”, conclude Pacifico.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur