Valditara: “Incredibile pensare che il personale scolastico non avesse un’assicurazione per gli incidenti sul lavoro”

WhatsApp
Telegram

“Quando sostengo l’importanza di ristabilire l’autorità degli insegnanti, mi riferisco anche alla necessità di riscoprire la cultura del rispetto. È fondamentale ritrovare questo rispetto nelle nostre scuole e nelle nostre aule, per creare un ambiente sereno e sicuro”.

Lo ha detto il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, nel corso del suo intervento a Forum PA.

Parlando di sicurezza scolastica, non dobbiamo dimenticare l’importanza della tranquillità, del dialogo e della positività che un insegnante dovrebbe portare in classe, invece di preoccupazioni, come spesso avviene oggi“, ha proseguito Valditara.

Per tale motivo, “dobbiamo incentivare gli insegnanti, molti dei quali sto incontrando, che svolgono un lavoro eccezionale e hanno un senso di missione profondo. È essenziale valorizzare questo loro senso di missione. È nostro dovere stare al loro fianco, sostenere e difendere il loro lavoro“.

“Ad esempio, insiste il Ministro, considerando la questione dell’assicurazione, è incredibile pensare che gli insegnanti e il personale scolastico, più di 100 mila persone, fossero gli unici dipendenti pubblici a non avere un’assicurazione per gli incidenti sul lavoro. Ciò valeva anche per gli studenti, per i quali abbiamo introdotto un’assicurazione, che va oltre la semplice questione dell’alternanza scuola-lavoro“.

Il Ministro si riferisce decreto lavoro, che prevede infatti un’innovativa estensione dell’assicurazione per i rischi connessi alle attività educative e formative, coinvolgendo tanto il personale scolastico quanto gli studenti.

L’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro si applica, limitatamente agli eventi avvenuti all’interno dei luoghi di svolgimento delle attività o comunque nell’ambito delle attività programmate, al sistema nazionale di istruzione e formazione, della formazione terziaria professionalizzante e della formazione superiore (ITS, università e AFAM). È prevista l’estensione della tutela assicurativa per studenti, insegnanti, esperti esterni, assistenti addetti alle esercitazioni tecnico-scientifiche e alle attività laboratoriali, istruttori e personale ausiliario e tecnico-amministrativo.

E ancora: “Valorizzare socialmente gli insegnanti significa rimettere il docente al centro della società, innanzitutto dal punto di vista culturale. E, naturalmente, anche economicamente. Abbiamo iniziato a farlo con il contratto di novembre, e dobbiamo continuare su questa strada. Questo discorso include anche l’investimento economico per la formazione e l’orientamento degli insegnanti, e per la prima volta, mettere risorse significa migliorare e valorizzare la carriera professionale dell’insegnante”.

Poi aggiunge: “L’Intelligenza Artificiale è una grande opportunità, non possiamo contrastarla ma governarla”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri