Valditara: “Il Sud sia polo educativo e di sviluppo. Oltre 300 milioni di euro per trasformare le scuole”

WhatsApp
Telegram

Il Mezzogiorno è sempre stato una zona di focalizzazione per lo sviluppo italiano, e con l’introduzione dell’Agenda Sud, il governo mira a trasformare questa regione in un polo educativo e di sviluppo.

Durante il video collegamento con ‘Didacta Sicilia’, a Catania, il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha espresso il nucleo dell’Agenda Sud, sottolineando che il Mezzogiorno non deve essere visto come una criticità, ma come una risorsa da liberare per il beneficio di tutto il Paese.

Con un finanziamento sostanziale di circa 325 milioni di euro, l’Agenda Sud punta a trasformare le scuole in poli e hub educativi, che fungeranno da presidi per lo sviluppo del territorio e della legalità. Questa iniziativa non mira solo a migliorare l’educazione, ma anche a promuovere lo sviluppo territoriale e la legalità, elementi cruciali per il rafforzamento dell’identità e della crescita del Mezzogiorno.

Il ministro Valditara ha sottolineato la creazione di una rete educativa robusta attraverso la quale si potranno attivare percorsi formativi personalizzati e azioni mirate di orientamento e accompagnamento. Questa rete sarà fondamentale per fornire agli studenti del Mezzogiorno le competenze e le risorse necessarie per prosperare in un’economia moderna e competitiva.

La visione di un Mezzogiorno educativamente avanzato e sviluppato non solo potenzierà la regione, ma contribuirà significativamente alla prosperità dell’intero Paese. L’Agenda Sud è un passo positivo verso la realizzazione di un sistema educativo più inclusivo e di una società più equa, che può trarre vantaggio dalle potenzialità innate della regione.

Leggi anche

Valditara: “Governare e non subire l’intelligenza artificiale. Il ruolo dei docenti è fondamentale”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri