Valditara: “Il docente è il cuore pulsante della scuola del futuro”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha delineato una visione ambiziosa per il futuro dell’istruzione, in bilico tra l’adozione di strumenti tecnologici innovativi e la valorizzazione del ruolo insostituibile del docente.

Tra gli annunci più significativi, spicca l’introduzione sperimentale di assistenti virtuali in classe. Si tratta di un passo importante verso l’integrazione della tecnologia nell’educazione, con l’obiettivo di fornire agli studenti un supporto personalizzato e di aiutarli a sviluppare competenze digitali sempre più cruciali.

Ma l’innovazione non può prescindere da un ritorno alle basi. Per questo, il Ministro ha annunciato il divieto dei cellulari in classe, una misura volta a contrastare la distrazione e a promuovere un ambiente di apprendimento più sereno e concentrato. In parallelo, si assisterà al ritorno del diario scolastico, simbolo di un metodo di organizzazione e di un dialogo scuola-famiglia che il digitale rischiava di far scomparire.

Al centro di questo processo di rinnovamento, però, rimane la figura del docente. “La scuola è una comunità educante”, ha affermato Valditara, “e il rapporto umano con il docente è fondamentale”. Il Ministro ha sottolineato come la pandemia abbia messo in luce l’importanza di questo legame, evidenziando la necessità di docenti non solo preparati dal punto di vista didattico, ma anche capaci di motivare, ispirare e trasmettere entusiasmo ai propri studenti.

“I nostri giovani hanno bisogno di ritrovare la bellezza dell’apprendere”, ha concluso Valditara.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: corso di formazione Eurosofia. Webinar di presentazione il 26 luglio ore 17.00