Valditara: “Governare e non subire l’intelligenza artificiale. Il ruolo dei docenti è fondamentale”

WhatsApp
Telegram

In Didacta “riconosco lo stesso spirito che abbiamo voluto mettere in Agenda Sud: l’attenzione particolare verso il Sud. L’idea di fondo è che il Sud non è una criticità da gestire ma una risorsa da liberare in tutte le sue potenzialità, nell’interesse dell’intero Paese”.

Lo ha detto il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara nel corso del suo intervento a Fiera Didacta Sicilia 2023.

Abbiamo stanziato circa 325 milioni di euro. Uno degli obiettivi è rendere le scuole dei veri e propri hub, dei presìdi nel territorio, della legalità. La scuola come luogo che fa rete, anche grazie a docenti aggiuntivi nelle aree a rischio, percorsi formativi personalizzati e azioni mirate”, prosegue il Ministro.

Il tema della personalizzazione dell’istruzione – aggiunge Valditara – è centrale e decisivo. L’intelligenza artificiale, tema della Fiera, è uno strumento per la sempre più efficace personalizzazione dell’istruzione. La scuola costituzionale che mette al centro lo studente ha futuro con l’innovazione tecnologica. La vera sfida è governare all’interno di una visione strategica“.

Governare e non subire – osserva il Ministro -. Questa visione non può non tenere conto del ruolo fondamentale dei docenti, non può prescindere dal senso di comunità educante fondata sui rapporti interpersonali”.

Noi – prosegue – abbiamo fondato una parte di quei 20 punti di semplificazione per la scuola italiana proprio sull’utilizzo, sul buon utilizzo dell’intelligenza artificiale e della digitalizzazione più in generale come strumento per per sburocratizzare, per rendere più semplice la vita di chi opera nella scuola, i docenti innanzitutto, i dirigenti scolastici ma anche ovviamente delle famiglie e degli studenti“.

Per esempio – ricorda il numero uno del dicastero di viale Trastevere – Famiglie e studenti avranno a disposizione un’unica piattaforma online in luogo dei dieci siti precedenti per impostare l’intera relazione con la scuola. In essa potranno dunque acquisire le informazioni necessarie per scegliere in modo consapevole il percorso scolastico, per fruire in modo organico e personalizzato di tutti i servizi destinati alle attività di orientamento per procedere alle iscrizioni, ai pagamenti, alle comunicazioni con la scuola”.

E ancora: “Abbiamo investito molti fondi in percorsi formativi specifici per i docenti sull’uso delle nuove tecnologie. Tutto ciò ha una portata rivoluzionaria”.

Il Ministro poi parla degli altri temi cari alla scuola: “Per quanto riguarda i docenti si rinnova il fascicolo digitale del dipendente. Non posso non citare la lotta alla dispersione scolastica, per riunire l’Italia e per una didattica che sia al servizio dei giovani di tutto il Paese. Non posso non citare la questione dell’orientamento, uno dei passaggi più significativi della nostra riforma. Anche in questo senso l’intelligenza artificiale può aiutare”.

Valditara prosegue ricordando “che uno degli snodi più significativi, più importanti, più qualificanti di Agenda Sud che coinvolge 2.000 scuole particolari e primarie con una sperimentazione articolata in dieci punti abbiamo proprio inserito l’intelligenza artificiale come uno degli strumenti per realizzare alcuni di questi dieci punti in cui si svolge l’azione di Agenda Sud. Penso per esempio alla personalizzazione dei piani di studio, penso per esempio alla centralità di un certo tipo dei laboratori, alla implementazione dei luoghi di apprendimento, attrezzati per il superamento del paradigma di una istruzione, di una formazione esclusivamente frontale e non posso non menzionare un altro tema strettamente legato alla lotta alla dispersione ovvero l’orientamento, nella specie l’orientamento come attività permanente e personalizzata che è appunto uno dei passaggi più significativi della riforma a cui abbiamo dato vita”.

Non a caso – insiste il Ministro – due passaggi che si impernano oltre che sulla figura del tutor sulla figura dell’orientatore. figure molto importanti volte proprio a favorire l’incontro fra le potenzialità, i talenti dei giovani, le competenze degli studenti e l’offerta formativa e la domanda di lavoro e anche in questo caso l’intelligenza artificiale può svolgere un ruolo veramente importante. Tutto questo per realizzare quella scuola costituzionale di cui parlavamo prima e tutto questo sarà possibile anche grazie ad iniziative come la vostra che stimolano l’innovazione, che stimolano la conoscenza e che favoriscono la scuola del futuro“.

“Tutto questo può essere possibile anche grazie a iniziative come questa che stimolano l’innovazione per la scuola del futuro”, conclude.

WhatsApp
Telegram

Corsi di inglese: lezioni ed esami a casa tua. Orizzonte Scuola ed EIPASS, scopri l’offerta per livello B2 e C1