Valditara: “Educazione stradale componente essenziale dell’educazione civica. Ci sarà un tavolo operativo”

WhatsApp
Telegram

“Da ministro, ho l’assoluto dovere di rispondere all’appello lanciato da Valdiserri che richiama la scuola al suo compito educativo primario, anche in tema di sicurezza stradale. Sono pienamente convinto che questa vera e propria emergenza nazionale, il numero crescente di morti per incidenti stradali, debba contemplare, oltre all’indispensabile azione sanzionatoria, una grande controffensiva culturale. Sono in ballo i valori della vita e della sicurezza personale e collettiva, e la scuola deve essere all’avanguardia in questa battaglia di civiltà che riguarda tutti noi”.

Lo scrive il Ministro dell’istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, in una lettera pubblicata dal Corriere della Sera.

Per questo motivo, prosegue Valditara, “abbiamo deciso con il vicepremier e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, e il Ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, di istituire un Tavolo operativo interministeriale, che si riunirà per la prima volta mercoledì prossimo, proprio sulla sicurezza stradale, così da sviluppare un’azione congiunta ed efficace per la costruzione di una società più responsabile e sicura“.

Il mio impegno -spiega il numero uno di Viale Trastevere – è teso anzitutto a garantire l’effettiva applicazione di quanto prevede la legge sull’educazione civica come insegnamento trasversale, di cui l’educazione stradale è e deve sempre più essere componente essenziale. Soprattutto, sarà una mia priorità costante la costruzione di una grande alleanza formativa scuola-famiglia, che valorizzi l’educazione stradale come tratto distintivo nel percorso di crescita dei nostri ragazzi e il principio di responsabilità come cardine della convivenza“.

Quello che abbiamo in mente, e che mercoledì muoverà i primi passi, è un grande sforzo di mobilitazione di tutto il sistema– Paese. Perché certe tragedie non si ripetano, perché vinca la vita”.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro