Valditara: “Bisogna bruciare la cultura maschilista. Gli studenti fanno bene a scendere in piazza”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha osservato un minuto di silenzio insieme agli studenti dell’Istituto comprensivo 46 ‘Scialoja Cortesè’ di Napoli, nel quartiere San Giovanni a Teduccio.

Questo gesto simbolico è stato dedicato alla memoria di Giulia Cecchettin e a tutte le donne vittime di violenza. L’invito, esteso a tutte le scuole italiane, sottolinea l’impegno e la sensibilizzazione del Ministero su questa tematica cruciale.

Nel corso dell’evento, il Ministro Valditara ha affrontato la controversia riguardante la partecipazione di Alessandro Amadori al gruppo di lavoro governativo per il progetto di educazione affettiva e sentimentale nelle scuole. A questo proposito, il ministro ha esortato a superare le polemiche, che ha descritto come “un po’ squallide”, sottolineando l’importanza di concentrarsi su questioni sostanziali piuttosto che su dispute sterili.

Inoltre, Valditara ha commentato l’attivismo studentesco, approvando le manifestazioni pacifiche ma esprimendo disaccordo con azioni più estreme. Secondo il Ministro, è fondamentale “costruire” piuttosto che distruggere, sottolineando l’importanza di combattere la cultura maschilista e di promuovere un cambiamento positivo.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri