Vaia: “Più sport a scuola. Diremo alle scuole che l’attività fisica è una cosa importante. Oggi 6 scuole su 10 non hanno le palestre”

WhatsApp
Telegram

“La prevenzione è attrice di un cambiamento, ci farebbe intervenire sulla domanda di salute e risparmiare il 60% delle malattie croniche e degenerative che appesantiscono il nostro Servizio sanitario nazionale. Aggiungere più soldi” non basta, “bisogna rendere più appropriata la domanda”. 

È quanto afferma Francesco Vaia, direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, intervenendo a un incontro al Senato dedicato alla prevenzione vaccinale come investimento per la sostenibilità del SSN.

Secondo Vaia, la vera rivoluzione risiede negli stili di vita corretti. “Un esempio? Noi diciamo e diremo ai bambini, ai ragazzi e anche agli anziani di fare un’ora di attività fisica al giorno. Diremo alle scuole che l’attività fisica è una cosa importante. Oggi 6 scuole su 10 non hanno le palestre”, ha sottolineato. Serve quindi una riconversione individuale, ma questa deve essere accompagnata da una simmetrica riconversione del sistema, che deve guardare a questi aspetti.

Altro esempio portato da Vaia è quello della palestra in azienda. “La mia direzione – ha spiegato – sta per attuare un progetto con l’Inail perché le grandi aziende possano realizzare un’altra cosa importante, il welfare aziendale. Quante ore ciascuno di noi trascorre nei luoghi di lavoro? E allora quando la fa l’attività fisica? Perché non pensare al welfare aziendale, perché non consentire all’interno soprattutto delle grandi aziende che forse ne hanno anche la possibilità di poter avere palestre e luoghi della socialità?”. Vaia precisa però che questa deve essere un’azione di sistema.

Vaia ribadisce la necessità di investire in sanità, ma sottolinea che è fondamentale “spendere meglio e soprattutto intervenire sulla domanda. Io sinceramente vorrei che noi non facessimo affermazioni di principio, la politica non deve denunciare i problemi, ma è chiamata a risolverli”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri