Vaia (Spallanzani): pericolosa la capienza dell’80% sui bus

Stampa

“Ora, perché abbiamo pochi pulmini per la scuola, li mettiamo all’80% della loro capienza? Questo non va bene. Io non sono d’accordo e lo dico nettamente. La politica giusta è aumentare la dotazione dei mezzi di trasporto dei bambini e rispettare anche nei bus la distanza”.

Lo ha affermato il direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, ospite di ‘Timeline’ su Sky Tg24, rispondendo alla domanda su quanto stabilito dalle linee guida sui trasporti, in vista della riapertura delle scuole.

Ha poi affrontato il tema della riduzione della quarantena: dieci giorni di quarantena “possono essere giusti, ma lo deve decidere la clinica, ovvero il medico, e non deve essere un atto burocratico”

Riguardo al vaccino italiano in sperimentazione allo Spallanzani ha detto “è in fase I, quella della sicurezza” e “fino ad oggi non abbiamo avuto nessun reazione avversa. Entro ottobre avremo i dati di immunogenicità, ovvero se c’è produzione di anticorpi che bloccano la malattia. Poi, se tutto va bene e senza correre, ci auguriamo in primavera di poter cominciare ad avere la formula per andare in produzione”, afferma ancora il direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani di Roma.

“Sul vaccino anti-Covid dobbiamo essere molto prudenti, dovrà essere sicuro ed efficace. Mai come in questo caso la fretta è cattiva consigliera”, ha concluso.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur