Vaccino Covid, Turi (Uil): “Obbligo doveva valere per tutti, anche per il personale universitario. Docenti e Ata messi alla gogna”

WhatsApp
Telegram

“Si fanno le norme ad personam anzi contra personam. L’obbligo doveva valere per tutti. E’ un paese poco democratico, di caste, di chi è soggetto a vessazioni e chi no”.

Ad intervenire con l’Adnkronos sull’esclusione del personale universitario dall’obbligo vaccinale in base al nuovo decreto è il segretario nazionale di Uil Scuola, Pino Turi.

Poi si domanda: “Spiegatemi perché si impone l’obbligo al personale della scuola, che viene messo alla gogna mediatica nonostante sia vaccinato al 95%. Anche quello universitario ha rapporti diretti con le persone e l’articolo 3 della nostra Costituzione parla di uguaglianza dei cittadini”.

“L’obbligo al personale scolastico è un accanimento terapeutico verso una categoria, per dimostrare alle altre come ci si deve comportare. Ma dovrebbe valere per tutti, non solo per alcuni a cui si chiedono in modo vessatorio solo doveri e non si garantiscono diritti”.

Pacifico (Anief): “Scuola doppiamente discriminata. A quanto pare per il governo il virus è selettivo”

WhatsApp
Telegram

Eurosofia ti offre il suo supporto per la Preparazione ai Concorsi scuola ed aumentare il punteggio per le graduatorie GPS