Vaccino covid, terza dose per immunudepressi. Arriva l’ok dell’EMA. Per over 18 via libera 6 mesi dopo la seconda dose

Stampa

Via libera dell’Agenzia europea del farmaco Ema alla terza dose di vaccino anti-Covid. Il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’ente regolatorio Ue ha concluso che “una dose extra dei vaccini Comirnaty* (BioNTech/Pfizer) e Spikevax* (Moderna) può essere somministrata a persone con sistema immunitario gravemente indebolito, almeno 28 giorni dopo la seconda dose”.

Si tratta in questo caso di una dose ‘addizionale’ da intendersi come completamento del ciclo vaccinale primario.

Per quanto riguarda invece la dose ‘booster’, intesa come richiamo per le persone con un sistema immunitario normale, con l’obiettivo di potenziare la risposta contro Sars-CoV-2, il Chmp ha valutato per ora i dati di Comirnaty e concluso che “la dose booster può essere considerata dopo almeno 6 mesi dalla seconda dose, per persone dai 18 anni in su”. Valutazione ancora in corso, invece, per il richiamo con Spikevax.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!