Vaccino Covid, si riparte. Draghi potrebbe vaccinarsi con AstraZeneca

Stampa

Dopo la “grande preoccupazione” con il possibile blocco del vaccino AstraZeneca scongiurato dal parere autorevole dell’EMA (l’agenzia europea del farmaco), si pensa all’accelerazione della campagna vaccinale.

L’idea del governo è di coinvolgere i grandi personaggi dello sport, come Francesco Totti o Valentina Vezzali, che dovrebbero comparire in spot pubblicitari in siti e giornali: “Io mi vaccino perché…” sarebbe il claim dello spot.

Intanto, secondo quanto segnala La Repubblica, la priorità del governo è recuperare il gap accumulato a causa dello stop di AstraZeneca, circa 200mila somministrazioni in meno.

Mario Draghi potrebbe annunciare nelle prossime ore, forse oggi durante la conferenza stampa di presentazione del Decreto Sostegni, l’intenzione di prenotare la “sua” dose, così come hanno fatto il premier francese Jean Castex e del britannico Boris Johnson.

Lo stesso potrebbero fare gli altri ministri capitanati da Roberto Speranza. Il ministro ci metterà la faccia e proporrà ai colleghi di spendersi allo stesso modo, immaginando una mobilitazione di gruppo.

AstraZeneca, c’è il via libera dell’Ema: “Un vaccino sicuro ed efficace”. Draghi: “Somministrazione riparte da domani”

Stop vaccino AstraZeneca, il personale della scuola ha paura e le Regioni bloccano tutto. Gli esperti: no ad allarmismi

Covid, Gandini: “La scuola è uno dei luoghi più sicuri. Vaccino AstraZeneca? Bisogna avere fiducia nella ricerca e nella scienza” [INTERVISTA]

Vaccino Covid, oltre 600mila dosi somministrate agli insegnanti e Ata. I dati regione per regione. IN AGGIORNAMENTO

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur