Vaccino covid, si parte. Quando è previsto per docenti e Ata

WhatsApp
Telegram

E’ partita la campagna di vaccinazione anti-covid. I primi tre vaccinati d’Italia sono la professoressa Maria Rosaria Capobianchi l’infermiera Claudia Alivernini e l’operatore sociosanitario Omar Altobelli.

Stamane alle 7.20 sono stati i primi a ricevere il vaccino anti Covid-19 presso l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani di Roma.

Oggi l’Italia si risveglia. E’ il #VaccineDay. Questa data ci rimarrà per sempre impressa. Partiamo dagli operatori sanitari e dalle fasce più fragili per poi estendere a tutta la popolazione la possibilità di conseguire l’immunità e sconfiggere definitivamente questo virus“, ha scritto il premier Giuseppe Conte su twitter.

Oggi è una giornata che aspettavamo, è un giorno bello, ci da fiducia ma serve ancora tanta cautela e attenzione. Non è finita abbiamo ancora molto da fare e bisogna resistere e rispettare le regole“, dice il Ministro della salute Roberto Speranza.

Oggi è un giorno storico per l’Italia e per l’Europa. Il #VaccineDay avvia una nuova fase che ci porterà gradualmente a riappropriarci della nostra normalità in ogni ambito, anche a scuola. Ci vorrà tempo però. Ora non abbassiamo la guardia“, commenta Lucia Azzolina, Ministra dell’Istruzione.

I primi a fare il vaccino anti-covid

Per quanto riguarda il vaccino, il Ministro Speranza, come abbiamo riferito in precedenza, afferma che sarà necessario che lo facciano tra i 10 e i 15 milioni di persone. La previsione per raggiungere queste cifre è per la primavera inoltrata. Sull’obbligatorietà rassicura affermando che in Europa si è scelta un’altra strada.

Le categorie che avranno la priorità per la vaccinazione sono:

  • operatori sanitari e sociosanitari
  • residenti e personale dei presidi residenziali per anziani
  • persone di età avanzata

Docenti e Ata dovranno attendere

Quando arriverà il vaccino per il personale scolastico? Come ha ribadito nei giorni scorsi anche il commissario straordinario Domenico Arcuri, “Il target del personale docente e non docente delle scuole è stato identificato come destinatario della  somministrazione del vaccino parallelamente a quello degli anziani,  quindi non fa parte della prima campagna ma di una seconda sessione della campagna”.

In base ad una stima, gli esperti indicano che le dosi di vaccino anti covid potrebbero essere somministrate fra giugno e luglio. E’ chiaro che al momento nessuna data può essere considerata certa.

 

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia