Covid, Figliuolo pensa alle vaccinazioni nelle scuole agli studenti

Stampa

“Fare la vaccinazioni nelle scuole ai ragazzi? Ci stiamo pensando, come si faceva una volta negli anni ’70”. Così il commissario per l’Emergenza, Francesco Figliuolo, a margine della sua visita all’università di Porta di Roma.

Quando avremo messo in sicurezza gli over 65 potremo aprire a tutte le classi di età“, ha aggiunto.

Il commissario per l’emergenza spiega: “Sugli over 80 anni ci siamo, sugli over 60 la media è bassa. Capisco la voglia di aprire a quelli sotto. Concentriamoci sugli over 60, soprattutto sui 65. Il piano va seguito in maniera ordinata. Come prima cosa dobbiamo mettere in sicurezza le persone che possono avere conseguenze gravi“.

Concentriamoci sul 90% delle dosi messe a disposizione, non c’è una solo dose che viene sprecata“, ha detto il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, anch’egli intervenuto durante l’inaugurazione.

Nei giorni scorsi Figliuolo aveva già parlato dei prossimi passi della vaccinazione: “A brevissimo apriremo le prenotazioni fino a 55 anni per chi ha comorbidità legate ai codici di esenzione: malattie neurologiche, del cuore, ipertensione, trapiantati. Nel frattempo mettiamo in sicurezza gli over 65. Poi, con l’arrivo massiccio delle dosi, vogliamo dare i vaccini ai centri aziendali e aumentare la capacità di somministrazione” e una volta “coperti gli over 65, la mia idea, ancora non condivisa con chi prenderà la decisione finale, è di dire a tutti quelli che hanno più di 30 anni: andate e vaccinatevi. Poi ovviamente continueremo a immunizzare anche l’ultimo dei fragili”.

Vaccino Covid, dopo gli over 65 vaccinazione per i più giovani in vacanza e nelle scuole. Lo annuncia Figliuolo

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!