Vaccino Covid, docenti in Dad residenti in Lombardia possono farlo nella stessa regione

WhatsApp
Telegram

Nuovo aggiornamento sulla campagna di vaccinazione rivolta ai docenti della Regione Lombardia: indicazioni per il personale scolastico residente o meno in Lombardia e per chi lavora fuori regione

Sulla partecipazione alla vaccinazione anti Covid-19 del personale scolastico e universitario che lavora in una Regione diversa da quella di residenza, la nota evidenzia:

“Il personale scolastico e universitario che lavora in una Regione diversa da quella di residenza anche se non appartiene alla categoria degli assistiti del Servizio Sanitario della Regione dove lavora (personale non residente senza scelta del medico) può scegliere di essere vaccinato in questa Regione. Resta ferma la possibilità per il personale scolastico di optare per la vaccinazione presso la Regione di residenza qualora sia più semplice accedere ai servizi sanitari di questa Regione (es. regione confinante con quella lavorativa) oppure per motivi logistici (es. insegnamento con didattica a distanza)”.

La Regione ricorda che la campagna di vaccinazione è rivolta a tutto il personale del sistema di istruzione e formazione (docente, non docente, collaboratori, volontari) e a tutti coloro che operano all’interno degli istituti scolastici e che entrano o possono entrare in contatto con gli studenti.

Infine precisa che la procedura potrà essere adottata anche dai docenti collocati in posizione di “fuori ruolo” nel caso in cui persistano difficoltà nel processo di registrazione.

Nota

Vaccino Covid, aggiornamento Lombardia: platea over 65 e insegnanti recentemente coinvolti in supplenze brevi. Nota

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur