Vaccino Covid, docente non vaccinato sospeso dal servizio e senza stipendio: lo prevede il ddl Ronzulli

WhatsApp
Telegram

La senatrice di Forza Italia, Licia Ronzulli, presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza,  ha presentato un disegno di legge in merito all’obbligo vaccinale per docenti e Ata.

Il docente sarà sospeso dal servizio e non potrà essere impiegato in altre mansioni, come le biblioteche. Tra l’altro l’insegnante, per il periodo di sospensione dall’impiego, non avrà alcuna retribuzione. Se il disegno di legge venisse approvato il docente o Ata che non si vaccina si ritroverebbe senza stipendio. Le misure, prevede il Ddl, sarebbero valide fino al 31 dicembre 2021.

Ciascun USR acquisisce, dopo cinque giorni dall’entrata in vigore della legge, dal proprio personale dipendente, la certificazione di avvenuta vaccinazione o la dichiarazione, da parte del dipendente medesimo, dell’avvenuta prenotazione della somministrazione vaccinale. Allo stesso ogni USR provvederà a definire un calendario vaccinale per il personale dipendente che non ha ancora provveduto autonomamente alla prenotazione della somministrazione. Previste, però, alcune deroghe, ad esempio per motivi di salute accertate dal medico di medicina generale.

 “Mi auguro ora che – così come è successo per il disegno di legge per l’obbligo di vaccino ai sanitari – il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e tutto il Governo accelerino l’iter per il ddl che ho presentato sull’obbligo di vaccino al personale docente e non. Il documento prevede la sospensione dalla mansione in caso di inadempienza e il docente sarebbe sostituito dai tanti insegnanti non di ruolo che fanno supplenze” . Così la senatrice di Forza Italia, in una nota.

Obbligo vaccino docenti e Ata, Ronzulli (FI) presenta un disegno di legge ad hoc: “I ragazzi hanno diritto ad andare scuola in presenza e in sicurezza”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur