Vaccino covid, Crisanti: “Cautela per i bambini sotto i 12 anni. Meglio aspettare”

Stampa

“Sono cauto per la vaccinazione dei piccoli sotto i 12 anni. Ricordiamoci che in Italia non si è registrato un singolo decesso in quella fascia di età e bisogna tenere presente che nella vaccinazione è giusto fare sempre un rapporto costi-benefici”.

Lo dice Andrea Crisanti, professore di Microbiologia e Microbiologia clinica all’Università di Padova, ai microfoni di ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1.

Ora si stanno facendo dei trial verso i più giovani, stanno emergendo cose positive e cose che suggeriscono un’attenzione maggiore, bisogna solo aspettare“.

Mentre per le altre fasce sotto i 18 anni, chiarisce: “Sono favorevolissimo ai vaccini, ho sempre detto che senza vaccinare i ragazzi al di sotto dei 18 anni non si raggiunge l’immunità di gregge, quindi io penso che bisogna vaccinarli“.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur