Vaccino Covid, ANIEF: chi è in congedo parentale o in malattia non è soggetto all’obbligo

WhatsApp
Telegram

L’obbligo vaccinale per docenti e Ata è realtà. Dal 15 dicembre il personale scolastico si dovrà mettere in regola secondo quanto stabilito dal DL 26 novembre 2021, in relazione al piano vaccinale individuale e nell’ambito di validità della certificazione Covid 19 per quanto riguarda la terza dose.

Chi è in congedo parentale, aspettativa, malattia può essere sospeso?

Il sindacato ANIEF, con una propria FAQ, prova a rispondere al quesito.

Come stabilito dal decreto-legge 1°aprile 2021, n. 44, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 maggio 2021, n. 76, alla quale il DL si richiama, “la vaccinazione costituisce requisito essenziale  per l’esercizio della professione e per lo svolgimento delle prestazioni lavorative rese dai soggetti obbligati”.

Pertanto, chi a decorrere dal 15 dicembre non è in servizio per qualsiasi tipologia di assenza, congedo parentale, aspettativa, malattia, non è soggetto a nessun obbligo. Fino al rientro in servizio non potrà ricevere nessun invito a produrre, entro cinque giorni dalla ricezione dell’invito, la documentazione comprovante l’effettuazione della vaccinazione o il differimento o l’esenzione della stessa ai sensi dell’articolo 4, comma 2, ovvero la presentazione della richiesta di vaccinazione da eseguirsi in un termine non superiore a venti giorni dall’invito.

Inoltre sempre il sindacato Anief chiarisce:

Se si prendono i giorni di maternità per figlio, senza pagamento, il DS puó mandare lettera lo stesso in quel periodo di permesso o anche nella sospensione di Natale?

No, per il periodo di congedo parentale vedi faq 3, per le vacanze di natale se non copro quel periodo con assenza, sono in servizio e quindi soggetto ad obbligo vaccinale.

Per un quadro più puntuale della situazione consigliamo di leggere

Tutte le FAQ Anief aggiornate al 30 novembre 2021

ATTENZIONE: il DL 26 novembre 2021 deve ancora seguire l’iter parlamentare. Inoltre il ministero non ha ancora pubblicato nessun chiarimento ufficiale, pertanto le indicazioni fornite sono da considerare come chiarimenti da parte del sindacato. Per ogni altra informazione invitiamo i lettori a contattare la struttura sindacale per chiarimenti nonché le strutture mediche per ogni decisione.

Il DL stabilisce

Obbligo vaccinale

per il personale scolastico

  • del sistema nazionale di istruzione (quindi scuole statali e paritarie)
  • delle scuole non paritarie
  • dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65
  • dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA)
  • dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale (IeFP)
  • dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (ITS)

L’articolo 3 ter del decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44 convertito, con modificazioni, dalla legge 28 maggio 2021, n. 76, prevede “ 1. Dal 15 dicembre 2021, l’obbligo vaccinale per la prevenzione dell’infezione da SARS-CoV-2 di cui all’articolo 3-ter, da adempiersi, per la somministrazione della dose di richiamo, entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19 previsti dall’articolo 9, comma 3, del decreto-legge n. 52 del 2021, si applica anche alle seguenti categorie

DECRETO LEGGE IN GAZZETTA UFFICIALE [PDF]

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO