Vaccino Covid anche a docenti e ATA residenti fuori regione. ORDINANZA Figliuolo

Stampa

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 6 aprile l’ordinanza del Commissario straordinario Figliuolo che dispone la vaccinazione anche per chi per motivi di lavoro si trova domiciliato fuori dalla regione di residenza.

L’ordinanza dispone che “in sede di attuazione del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione da SARS-CoV-2 ciascuna regione o provincia autonoma proceda alla vaccinazione non solo della popolazione ivi residente” ma – si legge – “anche di quella domiciliata nel territorio regionale per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato e comprovato motivo che imponga una presenza continuativa nella regione o provincia autonoma”.

Il personale scolastico che lavora fuori regione, si deduce, può pertanto sottoporsi a vaccinazione. Ricordiamo che già diverse regioni avevano disposto la vaccinazione per tutto il personale docente e ATA residente in altra regione.

ORDINANZA

Vaccino Covid, oltre un milione di dosi somministrate a docenti e Ata. I dati regione per regione. IN AGGIORNAMENTO

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur