Vaccino Covid-19, Sileri: “Opportuno alzare il limite per AstraZeneca a 65 anni”

Stampa

“Ieri ho scritto al direttore generale di Aifa chiedendogli di rivedere il limite dei 55 anni per fruire del vaccino di AstraZeneca, che peraltro è suggerito e non mandatorio, e portarlo in linea con la Germania, che ha indicato la soglia dei 65 anni”.

Così il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri.

“Indicare un limite massimo di età è una precauzione in questo momento, ma deve durare poco, se – ha aggiunto – gli studi confermeranno che questo vaccino è efficace e sicuro per tutte le età, a partire dai 18 anni”. 

Vaccino Covid-19, a docenti e under 55 quello di AstraZeneca: possibile già a febbraio

Vaccino Covid-19, le info utili su AstraZeneca

Cos’è il vaccino COVID-19 AstraZeneca e per cosa si usa?
Il vaccino COVID-19 AstraZeneca è un vaccino per la prevenzione della malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) indicato nelle persone di età pari o superiore a 18 anni.  Il vaccino COVID-19 AstraZeneca è costituito da un altro virus (della famiglia degli adenovirus) che è stato modificato per contenere il gene per la produzione di una proteina da SARS-CoV-2. Il vaccino COVID-19 AstraZeneca non contiene il virus stesso e non può causare COVID-19. Informazioni dettagliate su questo vaccino sono disponibili nelle informazioni sul prodotto, che includono il foglio illustrativo .

Come viene utilizzato il vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Il vaccino COVID-19 AstraZeneca viene somministrato in due iniezioni, solitamente nel muscolo della parte superiore del braccio. La seconda dose deve essere somministrata tra 4 e 12 settimane dopo la prima dose.

Come funziona il vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Il vaccino COVID-19 AstraZeneca agisce preparando il corpo a difendersi da COVID-19. È costituito da un altro virus (adenovirus) che è stato modificato per contenere il gene per la produzione della proteina spike SARS-CoV-2. Questa è una proteina sulla superficie del virus SARS-CoV-2 di cui il virus ha bisogno per entrare nelle cellule del corpo.

Una volta somministrato, il vaccino trasporta il gene SARS-CoV-2 nelle cellule del corpo. Le cellule useranno il gene per produrre la proteina spike. Il sistema immunitario della persona riconoscerà quindi questa proteina come estranea e produrrà anticorpi e attiverà le cellule T (globuli bianchi) per attaccarla.
Se, in seguito, la persona entra in contatto con il virus SARS-CoV-2, il suo sistema immunitario lo riconoscerà e sarà pronto a difendere l’organismo da esso.
L’adenovirus contenuto nel vaccino non può riprodursi e non causa malattie.

Le persone che hanno già avuto COVID-19 possono essere vaccinate con il vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Non ci sono stati effetti collaterali aggiuntivi nelle 345 persone che hanno ricevuto il vaccino COVID-19 AstraZeneca negli studi e che avevano precedentemente avuto COVID-19.
Non ci sono però dati sufficienti sull’efficacia del vaccino COVID-19 AstraZeneca per le persone che hanno già avuto COVID-19.

Il vaccino COVID-19 AstraZeneca può ridurre la trasmissione del virus da una persona all’altra?
L’impatto della vaccinazione con il vaccino COVID-19 AstraZeneca sulla diffusione del virus SARS-CoV-2 nella comunità non è ancora noto. Non è ancora noto quanto le persone vaccinate possano essere ancora in grado di trasportare e diffondere il virus.

Quanto dura la protezione dal vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Al momento non è noto per quanto tempo duri la protezione fornita dal vaccino COVID-19 AstraZeneca. Le persone vaccinate negli studi clinici continueranno a essere seguite per 1 anno per raccogliere maggiori informazioni sulla durata della protezione.

I bambini possono essere vaccinati con il vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Il vaccino COVID-19 AstraZeneca non è attualmente raccomandato per l’uso nei bambini. L’EMA ha concordato con la società un piano per condurre studi che coinvolgono i bambini in una fase successiva.

Le persone immunocompromesse possono essere vaccinate con il vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Sono disponibili dati limitati sulle persone immunocompromesse (persone con sistema immunitario indebolito). Sebbene le persone immunocompromesse possano non rispondere altrettanto bene al vaccino, non ci sono particolari problemi di sicurezza. Le persone immunocompromesse possono ancora essere vaccinate in quanto potrebbero essere a più alto rischio di COVID-19.

Le donne in gravidanza o in allattamento possono essere vaccinate con il vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Studi preliminari sugli animali non hanno mostrato alcun effetto dannoso in gravidanza, tuttavia i dati sull’uso del vaccino COVID-19 AstraZeneca durante la gravidanza sono molto limitati. Sebbene non ci siano studi sull’allattamento al seno, non è previsto alcun rischio derivante dall’allattamento al seno. La decisione se utilizzare il vaccino nelle donne in gravidanza deve essere presa in stretta consultazione con un professionista sanitario dopo aver considerato i benefici e i rischi.

Le persone con allergie possono essere vaccinate con il vaccino COVID-19 AstraZeneca?
Le persone che già sanno di avere un’allergia a uno dei componenti del vaccino elencati nella sezione 6 del foglio illustrativo non devono ricevere il vaccino.

Nelle persone che ricevono il vaccino sono state osservate reazioni allergiche (ipersensibilità). Come per tutti i vaccini, il vaccino COVID-19 AstraZeneca deve essere somministrato sotto stretto controllo medico, con il trattamento medico appropriato disponibile in caso di reazioni allergiche. Le persone che hanno una grave reazione allergica quando ricevono la prima dose del vaccino COVID-19 AstraZeneca non devono ricevere la seconda dose.

In che misura il vaccino COVID-19 AstraZeneca funziona per persone di diverse etnie e generi?
Gli studi clinici hanno incluso persone di diverse etnie e generi. L’ efficacia è stata mantenuta per generi e gruppi etnici.

Quali sono i rischi associati a COVID-19 Vaccine AstraZeneca?
Gli effetti collaterali più comuni con il vaccino COVID-19 AstraZeneca negli studi sono stati generalmente lievi o moderati e sono migliorati entro pochi giorni dalla vaccinazione. Gli effetti collaterali più comuni sono dolore e tenerezza al sito di iniezione, mal di testa, stanchezza, dolore muscolare, sensazione generale di malessere, brividi, febbre, dolori articolari e nausea. Hanno colpito più di 1 persona su 10.

Vomito e diarrea si sono verificati in meno di 1 persona su 10. Diminuzione dell’appetito, vertigini, sudorazione, dolore addominale ed eruzione cutanea si sono verificati in meno di 1 persona su 100.

Si sono verificate reazioni allergiche nelle persone che hanno ricevuto il vaccino. Come per tutti i vaccini, il vaccino COVID-19 AstraZeneca deve essere somministrato sotto stretta supervisione con l’appropriato trattamento medico disponibile.

Stampa

Sogni d’insegnare all’estero? Scegli come requisito d’accesso alle prove il corso di interculturalità di Eurosofia